5.9 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Sorpreso mentre vende eroina a un ventenne: pusher arrestato 4 volte in 4 mesi

Homespaccio di drogaSorpreso mentre vende eroina a un ventenne: pusher arrestato 4 volte in 4 mesi
la notizia dopo la pubblicità

Quattro arresti per spaccio di droga in quattro mesi: stava vendendo eroina a un giovane

Sorpreso mentre vende l’eroina a un ventenne e viene arrestato per spaccio. Era la quarta volta, in quattro mesi. E sempre lì. Un pusher a dir poco ostinato quello che dal mese di agosto è stato fermato e arrestato per quattro volte nei pressi della stazione di Mestre. L’ultima è stata ieri pomeriggio, sabato 20 novembre 2021, quando gli agenti del Nucleo Operativo impegnati in un servizio antidroga lo hanno sorpreso in via Cappuccina mentre cedeva una dose di eroina ad un ventenne di Mira.

Volto ormai noto quello dello spacciatore 27enne di origine nigeriana che ora è finito nei guai. In passato a suo carico anche due denunce in stato di libertà per porto di arnesi da scasso e rapina aggravata.
L’uomo è stato accompagnato nelle camere di sicurezza del Comando generale della Polizia locale in attesa del processo per direttissima in programma domani mattina, lunedì 22 novembre. Gli operatori della Polizia locale hanno raggiunto anche il cliente, un ragazzo ventenne di Mira: al giovane è stata stata contestata la violazione della normativa in materia di stupefacenti ed è stato sanzionato a norma del Regolamento di Polizia Urbana con

una sanzione amministrativa di 450 euro e con il contestuale daspo urbano, ovvero l’ordine di allontanamento per 48 ore dalla zona.
Sempre sabato pomeriggio, in un differente intervento, gli agenti hanno fermato davanti alla stazione ferroviaria di Mestre un trentottenne italiano, residente in provincia di Treviso. L’uomo, bloccato in sella ad una bicicletta a noleggio, sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di un trancino del quale non è stato in grado di spiegarne il motivo della detenzione. A seguito di ulteriori verifiche gli operatori del Nucleo Operativo hanno accertato a carico dell’uomo alcuni precedenti per reati

contro il patrimonio, truffa, riciclaggio. Il trentottenne è risultato anche di esser stato sottoposto a misure di prevenzione perché considerata persona pericolosa per la sicurezza pubblica. Al termine dei controlli di rito gli agenti hanno denunciato l’uomo per possesso di oggetti atti ad offendere.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...