COMMENTA QUESTO FATTO
 

Elezioni 4 marzo: la nuova proposta di "10 Volte Meglio"

Tra le novità più interessanti di questa tornata elettorale c’è un nuovo Movimento con solide basi propositive: “10 Volte Meglio”. Un partito nuovo che presenta subito quella che apparentemente può apparire una debolezza, ma che invece nella percezione attuale del “cittadino comune” si trasforma in uno dei loro punti forti: nessuno dei candidati deriva dal mondo politico. Nessun “politicante professionista” quindi, bensì un gruppo di persone che ha portato l’eccellenza nel proprio ambito professionale: professori universitari, imprenditori, manager, dirigenti, cioè tutti soggetti che sanno costruire con successo e che “non hanno bisogno” di cavalcare la tigre alla ricerca di tornaconto personale.

Un partito nuovo (ha raccolto 28.000 firme certificate in due weekend), alternativo, composto da persone che hanno deciso di scendere in campo perché preoccupate per un futuro che comincia oggi e vede seriamente in pericolo la crescita, la formazione, la stabilità del domani, un futuro che vedrà vittime inconsapevoli soprattutto i giovani (e quindi il Paese) sempre più affacciati ad un panorama italiano che demotiva e deincentiva.

10 Volte Meglio presenta programmi concreti, realizzabili, diversamente da molti proclami sentiti in questi giorni da parte della suddivisione classica “centro-destra” e “centro-sinistra” con i quali – sottolineano -, non sono apparentati. Programmi incentrati prioritariamente allo sviluppo, alla ricerca di quel ruolo di primo piano che il Paese ha perso negli ultimi anni nel panorama globale. Formazione, scuola, lotta alla disoccupazione, ricerca e innovazione tecnologica sono gli obiettivi che devono riportare l’Italia al livello degli altri “competitor” stranieri.

Creazione di posti di lavoro, o meglio, di lavoro in senso stretto, tra i temi primari, in un progetto di sviluppo che considera e salvaguarda la piccola-media impresa e le attività che producono, con proposte rispettose del debito pubblico ma che alleggeriscano allo stesso tempo il regime fiscale soffocante che manifesta l’equazione “perversa” tale per cui chi origina crescita deve pagare di più.

10 Volte Meglio si presenta, per ora, in 10 regioni.
Questi i Questi i candidati per i collegi di Venezia, Treviso e Padova:
Emine Elif Akay – uninominale Venezia, plurinominale Treviso
Nicoletta Carniato – plurinominale Venezia
Andrea Castro – plurinominale Treviso, uninominale San Donà
Lavinia Colonna Preti – plurinominale Venezia, uninominale Belluno
Mattia Crespi – uninominale Treviso, plurinominale Venezia
Roberto D’Archi – plurinominale Padova e Verona
Lucio Gomiero – plurinominale Treviso, Padova e Venezia
Michele Gomiero – uninominale Montebelluna
Sabrina Greco – plurinominale Padova, Vicenza e Verona, uninominale San Bonifacio
Nicoletta Lo Turco – uninominale Abano Terme
Edoardo Matteoda – uninominale Vigonza
Donatella Noventa – uninominale Padova, plurinominale Padova
Lorenzo Polentes – uninominale Conegliano, plurinominale Friuli
Anna Ruffato – uninominale Castelfranco Veneto
Francesca Tosato – uninominale Chioggia
Francesca Voltarel – plurinominale Treviso

Emine Elif Akay ( uninominale Venezia ) conferma che le Smart City rappresentano un’occasione per stimolare la crescita economica e creare l’ambiente ideale per la fioritura di startup innovative, con ricadute interessanti per Venezia. “Si potrebbe fare della Laguna un laboratorio per la progettazione e sperimentazione di applicazioni digitali per la Smart City utili a migliorare la vita dei residenti, qui come altrove – afferma la candidata – Ciò permetterebbe di attrarre forti investimenti, anche stranieri, e i migliori cervelli italiani per elaborare progetti in grado di preservare ancora meglio il delicato equilibrio urbano e architettonico, con soluzioni da usare anche per altre realtà”.

Direttamente collegato a questa proposta è l’impegno della candidata: “a lavorare per il miglioramento della qualità della vita dei residenti, assediati da un turismo sempre più sregolato, con politiche innovative di incoming per ridare lustro a Venezia Mi oppongo duramente a ogni ipotesi di trasformare la Serenissima in una Disneyland tra i Canali e sono per il contrasto rigoroso ai falsi b&b”. Un “No” altrettanto deciso è alla “minaccia dei grandi Cruiser con la prua su piazza San Marco”.

Racconta Nicoletta Carniato (plurinominale Venezia): “Educare significa accompagnare una persona in un percorso di crescita aderente alla realtà diventandone protagonista come soggetto, non come oggetto. Le persone devono tornare ad essere importanti, questo è quello che pensa 10 volte meglio. Sono le persone, non la burocrazia o le procedure che hanno costruito la cultura, la musica, le arti, l’artigianato che fanno di ogni singolo centimetro di Venezia uno scrigno di bellezze incommensurabili. Tutto ciò diventare patrimonio di tutti fin dalla scuola elementare”.

“Ciò che da piccoli si conosce e si ama, da adulti si protegge e si valorizza! Così come deve diventare importante un dialogo tra le scuole e il territorio: 10 volte meglio partirà dalla valorizzazione dell’educazione e dell’istruzione per riportarle al centro della politica dopo una fase caratterizzata da grandi tagli. In un Paese come il nostro, ricco di città come Venezia ci troviamo a dover affrontare una doppia sfida; coniugare il rispetto e la valorizzazione del passato con lo sviluppo tecnologico del presente.”

“Sviluppo tecnologico per noi non significa entrare con le grandi navi, significa coniugare ambiente e turismo partendo dall’educazione al RISPETTO di ciò che in passato è stato costruito e ci è stato donato” conclude Nicoletta Carniato.

Elif Akay candidata venezia per 10 volte meglio up 230400Il ritratto di Emine Elif Akay ( uninominale Venezia ) è quello di una donna cosmopolita, plurilingue, forte di tante esperienze internazionali di vita, studio e lavoro, ma che allo stesso tempo racconta la storia di una persona innamorata dell’Italia, che nel Belpaese ha messo radici, si è sposata e vive portando avanti un progetto commerciale molto importante, che la vede ricercatrice meticolosa e appassionata della bellezza rappresentata dai prodotti dell’artigianato e della tradizione manifatturiera più preziosa. Elif è nata a Strasburgo, Francia. Suo padre, diplomatico, è stato Ambasciatore di Turchia in Italia per la FAO. Dal suo arrivo a Roma ha maturato il suo amore per l’Italia e per ciò che la rende inimitabile. Una passione che non è sbiadita nemmeno dopo anni di studio e lavoro all’estero. Elif è laureata prima in Management e poi in Legge con studi in Inghilterra e a New York e, dopo aver lavorato come avvocato, ha avuto anche alcune esperienze imprenditoriali in America.

Nicoletta Carniato (plurinominale Venezia)
Educatore professionale ed esperta di psicomotricità, dopo un’esperienza professionale acquisita negli Stati Uniti nicoletta carniato candidata venezia 10 volte meglio up 230350è sempre stata un dipendente pubblico del sistema socio-sanitario. Si è sempre occupata di adolescenti e giovani, della prevenzione del disagio giovanile e della tossicodipendenza, dedicandosi alla promozione dei fattori di protezione attraverso progetti Educativi nelle scuole e nel territorio.

Fin dagli anni Novanta ha avuto la possibilità di sperimentare e condurre progetti innovativi,spesso unici in Italia nel loro genere. Ha sempre sostenuto che il ruolo sociale del settore pubblico abbia un valore fondamentale come garanzia di equità e di tutela dei cittadini, e che suo compito sia farsi carico di promuovere le buone pratiche professionali. L’esperienza di 28 anni di servizio, trascorsi ad ascoltare attentamente gli adolescenti e a restare in contatto con il loro mondo l’ha convinta ad aderire al progetto politico di 10 Volte Meglio.

Paolo Pradolin

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here