15.2 C
Venezia
mercoledì 22 Settembre 2021

E’ nato a Venezia il comitato che vigila sulle antenne di telefonia nei pressi di asili e scuole

HomeNotizie Venezia e MestreE' nato a Venezia il comitato che vigila sulle antenne di telefonia nei pressi di asili e scuole

antenne radio telefonia ripetitori

E’ nato il “Comitato cittadino di difesa dalle stazioni radio base e dall’elettrosmog – Venezia” per rispondere alle preoccupazioni dei genitori dopo l’installazione di alcune antenne telefoniche per cellulari nei pressi di un asilo e di una scuola veneziana.

Al momento della fondazione del comitato sono stati eletti il presidente Roberto Rossetti, il segretario Giovanni Mennella e il tesoriere Joele Gavagnin.

Il primo incontro del neo comitato si è svolto oggi con i rappresentanti del consiglio d’amministrazione dell’opera pia Coletti, l’ente proprietario dello stabile in cui è installata la stazione radio base Vodafone.

Il segretario Giovanni Mennella ha fatto sapere con una nota che il confronto è stato positivo: “Il dialogo si è instaurato sulla base del rispetto di supremi principi comuni, quali la tutela della salute e il rispetto delle fasce più deboli della popolazione; il Comitato si é quindi riservato di far pervenire una proposta che, è stato assicurato, verrà presa in considerazione con la massima attenzione durante la prossima seduta del consiglio di amministrazione”.

Il presidente Rossetti ha dichiarato che l’attività del Comitato proseguirà al fine di sensibilizzare la popolazione sui temi dell’elettrosmog, per promuovere l’introduzione di nuove normativa che tutelino il diritto alla salute dei cittadini e soprattutto dei bambini.

Per contattare il comitato scrivere al segretario Giovanni Mennella, a
elettrosmog.venezia@gmail.com

Redazione

[07/12/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Complimenti per aver costituito il Comitato, non scoraggiatevi, ma nella mia vita lavorativa in Regione Veneto (quale estensore della normativa legislativa e amministrativa ero il responsabile dell’attività di radioprotezione con le radiazioni non ionizzanti) ne ho visto tanti nascere e morire, purtroppo, per insensibilità dei politici ad affrontare seriamente la problematica. Alla fine la gente non partecipava più ai Comitati perché, pur con tutta la buona volontà, nessuno dava ascolta alla voce popolare. Ho letto che il cda del Coletti esaminerà le proposte che avete avanzato, non voglio essere un falso profeta, ma nulla possono fare se non è il Gestore (se non sbaglio Vodafon) e spostare l’antenna. Lo ripeto fino a stufarmi e stufarvi, ci sono gli strumenti amministrativi per addivenire alla soluzione del problema, ma mi pare di aver capito che non si intende percorrere quella strada e c’è arrendevolezza sulle affermazioni del Comune che nulla si può fare. Se a detta del Comune nulla si può fare, cosa può fare il cda del Coletti? Comunque auguri e fatevi coraggio perché ne avrete bisogno.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor