7.5 C
Venezia
giovedì 21 Gennaio 2021

Dove finiscono i masegni di Venezia? L’assessore Zaccariotto rassicura su Calle Priuli

Home Salvaguardia di Venezia Dove finiscono i masegni di Venezia? L'assessore Zaccariotto rassicura su Calle Priuli
sponsor

Dove finiscono i masegni di Venezia? L'assessore Zaccariotto rassicura su Calle Priuli

sponsor

Dove finiscono i masegni di Venezia, ottocenteschi, che costituiscono un ‘valore aggiunto alla storia della nostra città, masegni che vengono rimossi durante gli interventi nella città antica per l’esecuzione dei lavori di posa della fibra ottica?

commercial

Negli ultimi tempi si erano rincorse varie voci e preoccupazioni, che raccontavano di movimentazioni notturne dai depositi in cui erano conservati.

Per fare il punto sulla situazione l’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto ha promosso una conferenza stampa insieme al consigliere Maurizio Crovato. All’incontro con la stampa hanno partecipato anche i consiglieri Giovanni Giusto, Alessandro Scarpa ‘Marta’, Francesca Rogliani, Ciro Cotena.

Assessore e consigliere nei giorni scorsi si sono recati in calle Priuli, a Cannaregio, in uno dei tre luoghi della città antica, in cui vengono depositati, catalogati, numerati, ricoperti da nylon i masegni recuperati dai lavori per la realizzazione dei nuovi pozzetti per la banda ultra larga sulla pavimentazione storica e hanno voluto documentare qual è il percorso delle pietre e come vengono riutilizzate andando a riqualificare alcune zone importanti della città.

“L’Amministrazione – ha spiegato l’assessore Zaccariotto – ha sempre controllato e vigilato tutti gli interventi per i 1100 mq di posa della fibra ottica pur non avendone la direzione dei lavori. Ha sempre colto le segnalazioni dei cittadini come delle opportunità per verificare che le attività venissero eseguite correttamente. Sul totale dei masegni ‘con culatte’ che sono stati recuperati, solo l’1,9% risulta danneggiato durante la lavorazione e dal punto di vista istituzionale non abbiamo ricevuto alcuna segnalazione rispetto al furto del masegno, né del resto dalla numerazione risultano mancanze. E’ interesse di tutti che la città venga rispettata anche con il materiale che l’ha formata”.

In particolare, dei 105 bancali di calle Piruli – è stato evidenziato – 6 sono stati destinati al cantiere dei Sottoportici di Rialto e Oresi, per effettuare alcune riparazioni nell’area realtina; altri 4 bancali per ripavimentare parti vicine al ponte di S. Francesco della Vigna di cui si è realizzata la manutenzione; ulteriori 3 sono stati utilizzati dalla stessa Flash Fiber per dei ripristini sugli interventi in esecuzione, per un totale di circa 200 masegni. La parte più rilevante è stata destinata a dicembre 2018 per il ripristino della pavimentazione nella vicina Corte del Bagolaro e Ramo Bosello, precedentemente sterrata.

L’area di intervento, di circa 250 mq, è il risultato della rimozione di un muro di confine durante la riqualificazione dell’Area Saffa negli anni 90, con il conseguente collegamento tra la Corte del Bagolaro e il Ramo Bosello, una volta cieco. La pavimentazione in masegni era presente solo lungo gli edifici di Ramo Bosello, per una larghezza di circa 1,50 metri pari a circa 50 mq, per il resto era in terra battuta e ghiaino, quindi spesso piena di pozzanghere.

“La finalità dell’intervento è stata duplice – ha commentato Zaccariotto-: da un lato, procedere alla manutenzione e miglioramento di aree del centro storico, aumentando gli standard di fruibilità e realizzando gli adeguamenti per l’eliminazione delle barriere architettoniche; dall’altro, attuare un’azione virtuosa di recupero della pavimentazione storica rimossa per la posa della fibra ottica e reimpiegarla nel centro storico”.

L’intervento, costato 40 mila euro, ha consentito poi la posa di una nuova condotta del gas e il rifacimento delle linee di acqua potabile, sono stati ricollocati circa 800 masegni di recupero. Per i lavori, conclusi nel mese di marzo 2019, sono stati complessivamente utilizzati 32 bancali di masegni.

“Tutta la città è una magia di pietre che non arrivano da Venezia – ha aggiunto il consigliere Crovato. Prendere delle pietre antiche e riutilizzarle per posarle su campi di terra battuta, che un tempo si chiamavano ‘campiei roti’, vuol dire fare economia circolare. Prima tutta Venezia era così. Ci abbiamo messo secoli a pavimentarla e ancora in alcune zone, come a Santa Marta o a Castello, se trovano alcuni. E’ un processo secolare. Le interrogazioni che abbiamo fatto – ha spiegato Crovato – nascevano dalla volontà di andare a fondo sulla questione perché le pietre sono sacre. Abbiamo avuto la conferma che le ditte stanno lavorando in modo serio”.

Nel deposito di calle Priuli rimangono ancora 60 bancali con circa 1300 masegni che verranno impiegati per interventi analoghi di manutenzione urbana.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...
commercial

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Accumulatore scomparso, lo trovano morto sotto metri di abbigliamento

Accumulatore scomparso da giorni, i pompieri lo trovano morto sotto alcuni metri di abbigliamento. Oggi pomeriggio, venerdì 15 gennaio 2021, i vigili del fuoco sono...

È morta Gina Smerghetto, la mamma del falconiere Ivan Busso

È morta ieri, venerdì 15 gennaio, Gina Smerghetto di 65 anni. È scomparsa poco prima della celebrazione del funerale del figlio Ivan Busso, il...

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...
sponsor

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Pfizer: “Incidenti in linea con previsioni”

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Di più: la definizione testuale dice: "La Norvegia registra 23 morti 'legate alla vaccinazione' ". L'agenzia del...

Multe e denunce dopo le verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni in aeroporto a Venezia

Multe e denunce penali dopo che gli agenti hanno svolto le opportune verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni all'aeroporto Marco Polo di Venezia, e sono...

Mestre: all’esame di guida manda l’amico, tanto è nigeriano come lui

Mestre: all'esame di guida manda l'amico. Così un terzo si è sostituito al connazionale per sostenere l’esame teorico di guida. Ma è andata male...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

La Milano bene trema: abusi su modelle minorenni, tre manager della moda in manette

Abusi su modelle minorenni, una vittima, "eravamo carne da macello". Anche clienti facoltosi tra gli "incontri". La più giovane è del 2004, ha solo 17...
commercial

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Quando finisce il Grande Fratello VIP? La conferma di Signorini

Dopo un primo allungamento all'8 febbraio e le successive voci che parlavano di "finale il 15 febbraio", nell'ultima puntata di GF VIP Party Alfonso...

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Virus, c’è una nuova “variante”. Bloccati tutti voli dal Brasile

Virus, c'è una nuova "variante" dopo quella definita "variante inglese". Altrettanto maggiormente aggressiva e pericolosa? Le uniche cose certe al momento sono che l'Italia ha...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.