21 C
Venezia
venerdì 24 Settembre 2021

Donna uccide il cugino a martellate. Dramma a Bergamo

Homeomicidio in casaDonna uccide il cugino a martellate. Dramma a Bergamo

Donna uccide il cugino a martellate al termine di una lite. La donna è stata arrestata. E’ un ingegnere mentre il cugino era un professore in pensione.
Il dramma si è consumato nella Bergamasca questa notte.
Si è trattato di un accesso d’ira al culmine di una violenta lite in cui una donna di 61 anni ha ucciso, colpendolo più volte con un martello, il cugino convivente di 73 anni.
L’omicidio è avvenuto a Pedrengo, alle porte di Bergamo. La donna è stata arrestata dai carabinieri di Seriate.
E’ stata la stessa donna a chiamare il 118, inizialmente riferendo un malore. All’arrivo dei militari, però,

ha confessato.
La donna arrestata si chiama Eliana Mascheretti, 61 anni, mentre il cugino ucciso si chiamava Giuliano Mascheretti e aveva 73 anni.
Durante il primo racconto è anche emerso che quando ha visto il cugino a terra morente, avrebbe tentato di soccorrerlo, chiamando poi il 118.
La Procura contesta l’omicidio preterintenzionale.
Nella villa di Pedrengo abitavano solo loro due, i cui padri erano fratelli.
Entrambi non erano sposati e la convivenza aveva più volte dato origine a problemi.
La donna di professione è ingegnere, mentre il cugino era un professore in pensione.

(Rip.)
Donna uccide il cugino a martellate al termine di una lite. La donna è stata arrestata. E’ un ingegnere mentre il cugino era un professore in pensione.
Il dramma si è consumato nella Bergamasca questa notte.
Si è trattato di un accesso d’ira al culmine di una violenta lite in cui una donna di 61 anni ha ucciso, colpendolo più volte con un martello, il cugino convivente di 73 anni.
L’omicidio è avvenuto a Pedrengo, alle porte di Bergamo. La donna è stata arrestata dai carabinieri di Seriate.
E’ stata la stessa donna a chiamare il 118, inizialmente riferendo un malore. All’arrivo dei militari, però,

ha confessato.
La donna arrestata si chiama Eliana Mascheretti, 61 anni, mentre il cugino ucciso si chiamava Giuliano Mascheretti e aveva 73 anni.
Durante il primo racconto è anche emerso che quando ha visto il cugino a terra morente, avrebbe tentato di soccorrerlo, chiamando poi il 118.
La Procura contesta l’omicidio preterintenzionale.
Nella villa di Pedrengo abitavano solo loro due, i cui padri erano fratelli.
Entrambi non erano sposati e la convivenza aveva più volte dato origine a problemi.
La donna di professione è ingegnere, mentre il cugino era un professore in pensione.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor