Dolci Palmisano e Panificio Zani, eccellenze veneziane dell’artigianato alimentare, all’Expo

ultimo aggiornamento: 08/10/2015 ore 18:01

407

Dolci Palmisano e Panificio Zani, eccellenze veneziane dell'artigianato alimentare, all'Expo

Due aziende “eccellenti” dell’artigianato veneziano volano all’Expo: “Dolci Palmisano” di Burano e “Forno Zani Panificio Pasticceria” di Portogruaro, vincitrici del concorso nazionale “Nutrire il futuro: energie dalla tradizione – Settore Enogastronomico” promosso da Confartigianato.

Dal 9 al 15 ottobre le due aziende del territorio veneziano esporranno i propri prodotti al Padiglione Italia dell’Expo a Milano. Nello scorso giugno il concorso aveva portato alla ribalta i vincitori della sezione riservata al settore Manifatturiero ma in quella occasione non erano state premiate imprese del veneziano.


Ora è appunto il turno degli operatori del settore alimentare, i cui prodotti sono stati scelti dalla giuria del concorso con particolare attenzione alla qualità, alla tradizione, al confezionamento, alla presentazione, all’etica produttiva, per ribadire il “valore artigiano” nei suoi requisiti di eccellenza, personalizzazione, identità e tracciabilità.

Eccellenza intesa come qualità riconosciuta e certificata delle materie prime e delle lavorazioni; personalizzazione come espressione dello stile unico dell’artigiano; identità quale insieme delle caratteristiche che rendono il prodotto riconoscibile e lo differenziano; tracciabilità quanto a possibilità di riconoscere la filiera produttiva, anche come fondamentale indicatore di sostenibilità ambientale e di eco-compatibilità.

Un concorso, dunque, mirato a dare risalto e a premiare la capacità dell’artigianato italiano di rinnovare le sue tradizioni, di lavorare con tecnologie e materiali innovativi, offrire un’alternativa di qualità e di varietà alle proposte standardizzate e seriali della grande industria, coniugando manualità e innovazione, creatività ed esperienza.


Attraverso le Confartigianato del Veneto Orientale e di Venezia, due sono state dunque le proposte giunte dal territorio che la qualificata giuria tecnica ha ritenuto meritevoli di essere inserite tra le 27 della rassegna nazionale che dal 9 al 15 ottobre verrà allestita nello spazio espositivo “Convivio” situato nel Cardo Nord-Ovest al Padiglione Italia dell’Expo: i biscotti di Dolci Palmisano di Burano e il dolce golosessi di Forno Zani Panificio Pasticceria a Portogruaro. La consegna degli attestati ai titolari delle imprese premiate avverrà il 14 ottobre, sempre a Milano, nello spazio dell’Italian Makers Village di via Tortona, con la partecipazione del presidente nazionale di Confartigianato, Giorgio Merletti, e del direttore del “Corriere della Sera”, Luciano Fontana.

Gilberto Dal Corso, presidente Confartigianato Venezia, ha dichiarato: “E’ con grande onore e soddisfazione che vediamo riconosciute le qualità delle aziende storiche nel veneziano, quelle arti tradizionali che vengono tramandate di padre in figlio e sono la chiave dell’eccellenza che fa grande il nostro Veneto. Il bussolà è già famoso in tutto il mondo per la sua bontà ed è uno dei dolci più richiesti e tipici di Venezia: oggi la tecnologia permette una vetrina sul mondo, ma senza sostanza e capacità, è perfettamente inutile. Confartigianato Venezia continua a battersi in prima linea per queste attività laboriose che nascondono grandi talenti, create e cresciute da famiglie di veneziani con grande coraggio e volontà”.

Siro Martin, presidente di Confartigianato Imprese Veneto Orientale, ha invece commentato: “Siamo orgogliosi di queste aziende, che con il loro operato hanno creato sapori genuini unici, facendosi conoscere e apprezzare oltre i confini della regione. Il Forno Zani Panificio Pasticceria è un eccellenza artigianale presente nel nostro territorio da oltre cent’anni. Un’arte tramandata di generazione in generazione e iniziata nella metà dell’800 in una famiglia che viveva accanto al fiume Lemene in Calle delle Beccherie, cittadina ancora oggi conosciuta come “la piccola Venezia”. In periodi di difficoltà come questo l’esempio positivo di queste due aziende sono di incoraggiamento per tutti ad uscire dalla crisi”.

Dolci Palmisano – Una dolce tradizione che si rinnova ogni giorno
Nella laguna di Venezia, c’è un luogo famoso in tutto il mondo per i vivaci colori delle case dei pescatori, la bellezza dei merletti artigianali e la bontà dei dolci tipici: l’isola di Burano.
Qui nel 1926, Antonio Palmisano inaugura un forno nel quale le donne portano a cuocere il “bussolà”, una ciambella di farina, zucchero, burro e tuorlo d’uova che per Pasqua diffonde la sua squisita fragranza, oppure gli “essi”, biscotti a forma di esse preparati con lo stesso impasto, ed ancora altre specialità della tradizione buranella e veneziana.
Dal forno di Antonio e del figlio Luigi, a partire dagli anni ’50, queste specialità iniziano a raggiungere i negozi del centro storico di Venezia. Nel tempo, alla ricetta originale si aggiungono nuovi ingredienti, come il cacao, il cocco e tanti altri ancora,  preparati con amorevole manualità e… con un pizzico di creatività in più.
Sul finire degli anni ’90 l’attività si trasferisce a Cavallino-Treporti, accanto alla località marittima di Jesolo, per dare spazio a nuove idee ed energie. Con la guida di Francesco Palmisano, figlio di Luigi, il laboratorio artigiano diventa un’azienda moderna, attenta alle molteplici esigenze dei consumatori ed alle nuove tendenze dell’alimentazione: senza perdere però i sapori ed i valori della tradizione.
La gamma dei prodotti si  amplia, raggiungendo gli spazi della grande distribuzione italiana, il catering di alto livello ed i mercati internazionali. Con i Buranellini®, ad esempio, Palmisano reinventa il tradizionale bussolà e crea la prima ciambellina ripiena al mondo: una golosa novità nel panorama degli snack, dedicata soprattutto ai bambini. Dal 2003, una sede ancora più moderna e spaziosa, sempre nell’entroterra veneziano, accoglie la qualità, la ricerca, l’esperienza.
Palmisano è una realtà di eccellenza nel panorama della pasticceria italiana, capace di interpretare la cultura globale dell’alimentazione di oggi, con specialità che uniscono tradizione e innovazione, piacere e benessere.
Una missione che inizia dalla rigorosa selezione degli ingredienti, tutti naturali e di qualità, attraverso una selezione dei fornitori che nel tempo diventa un rapporto di autentica fiducia e collaborazione. Prosegue nella sapienza artigianale del processo produttivo, in sintonia con le più rigorose certificazioni internazionali. Continua attraverso il contatto diretto con i propri clienti e con il mondo dell’alimentazione, anche attraverso la partecipazione alle principali fiere del settore, in Italia ed all’estero.
Palmisano non perde mai di vista le proprie origini di piccolo laboratorio artigianale sull’isola di Burano, nel quale venivano sfornati i dolci tipici della tradizione. Ma al tempo stesso, investe notevoli risorse nella ricerca, anche in collaborazione con istituti specializzati ed università, per sviluppare prodotti moderni, dedicati ai consumatori di oggi e di domani.
Specialità senza glutine, senza lieviti aggiunti e conservanti, per chi vuole godersi il piacere di una dolcezza letteralmente “Senza Pensieri”. Proposte ad alto contenuto proteico ed a basso tenore di carboidrati e di grassi, ideali per chi ricerca un’alimentazione evoluta e per il grande pubblico degli sportivi, come testimonia la sponsorizzazione della Venice Marathon negli anni: una tradizione nella tradizione Palmisano. Fino alla sperimentazione di ingredienti naturali, selezionati e ad alto valore nutrizionale, per dare forma alla pasticceria del futuro.

Forno Zani Panificio Pasticceria – l’arte bianca che si infarina di modernità
L’Arte Bianca si impone prepotente, si spolvera da antichi stereotipi e si infarina di modernità, evoluzione e tecnologia, senza scordare i profumi di un tempo e le antiche lavorazioni. I pani e i pasticcini profumavano le botteghe, mentre la vaniglia, il cacao, i dolci aromi si perdono nell’aria per diffondersi lungo le sponde del fiume Lemene per le vie del centro di Portogruaro. La tradizione, quella vera, costruita da gente laboriosa, ha semplicemente permesso alla novità e alla tecnologia di stare al passo con i tempi, di migliorare qualità, quantità e sapori, di varcare i confini e di farsi conoscere ed apprezzare così semplicemente come fa oggi l’azienda Zani. Il Forno Zani Panificio Pasticceria è un eccellenza artigianale presente nel territorio da oltre cent’anni.
L’arte di fare il pane e le antiche ricette dolciarie sono state tramandate dai fornai e i pasticceri del panificio, di padre in figlio. Tutto iniziò nella metà dell’800 in una casa rosso veneziano affacciata sul fiume Lemene in Calle delle Beccherie proprio nel cuore di Portogruaro, cittadina ancora oggi conosciuta come “la piccola Venezia”. Maria Grillo, la mia bis nonna, donna di grande intuito e capacità imprenditoriale, decide un giorno di unire la saggezza del mestiere di fornaio del suo papà Angelo Grillo con le risorse della famiglia di suo marito Ernesto Milanese e nella casa rossa, da sempre usata come deposito di grano, decide di far nascere un gran panificio. La capacità della “Nonna Bis”  di vedere lontano farà sì che la produzione del pane cresca in termini di produzione e qualità, tanto che attraverso il fiume, le barche trasportavano il pane fino a Caorle. Furono gli anni della Bottega Grillo-Milanese, la piccola rivendita che si affacciava nel “liston” e vendeva il pane ai suoi cittadini.
Negli ultimi anni abbiamo spostato l’azienda in un moderno panificio poco fuori il centro storico, proprio per tenere il passo con le esigenze di trasformazione verso una struttura tecnologicamente avanzata che vuole mantenere tuttora la tradizione e artigianalità tipica delle piccole botteghe. Con mio padre, proprio per soddisfare l’importante domanda d’acquisto, oltre alla grande distribuzione, abbiamo deciso di aprire anche un punto vendita adiacente al panificio.  Oggi porto avanti con passione e cura questa tradizione familiare con il supporto di mio padre Arturo che a sua volta mi ha insegnato ad amare questo lavoro fatto di cura dei dettagli, tradizione e visione per il futuro. L’esperienza generazionale, la continua ricerca nella qualità delle materie prime, l’attenzione crescente al risparmio energetico a tutela dell’impatto ambientale, ci hanno permesso di ampliare la rete di distribuzione in tutto il nord Italia, affacciandoci anche al mercato estero. Le tecniche di impasto tradizionali e l’artigianalità dei processi si sono unite alle tecnologie più avanzate permettendo così di soddisfare alti standard qualitativi pur rimanendo sempre fedeli agli antichi sapori.
La nostra è un’azienda affermatasi nel tempo che ha sviluppato, attraverso generazioni, una centenaria tradizione di eccellenza. Il Forno dispone di una struttura moderna che garantisce all’utente un’ampia scelta di prodotti artigianali. Nel laboratorio di panificazione vengono prodotti vari tipi di pane arricchiti con ingredienti caratterizzanti e di prima scelta: dal pane alla pizza, dalla focaccia ai grissini.
Nel laboratorio di pasticceria si realizzano prodotti di alta qualità:
stagionali: focacce, panettoni, pinza, frittelle, crostoli
di pasticceria secca: biscotti sfusi e confezionati, barrette energetiche
di pasticceria fresca: brioches, torte, mignon
Il laboratorio, grazie alla professionalità del personale e alle moderne attrezzature, si presta per ogni genere di ricorrenza: rinfreschi per compleanni, matrimoni, battesimi, anniversari, manifestazioni. L’azienda, inoltre, distribuisce i propri prodotti a bar, ristoranti, rivendite al dettaglio, mense e supermercati garantendo una capillare distribuzione tutto l’anno, festività comprese.

08/10/2015

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here