30.1 C
Venezia
lunedì 26 Luglio 2021

Disavventura agreste di una bimba. Di Roberto Bellino

HomePoesiaDisavventura agreste di una bimba. Di Roberto Bellino

Guarda mamina, ho una sgrezenda
inte la ongia del déo menèo,
è proprio il bastone de la tenda
che si è schegiato inte ‘l pomèo.
Io ero dietro sarare la tenda
e tiravo la corda tignendo il pomello,
su staltra mano gavevo ‘a marenda
e me sò sassinà cussì, il polpastrello.
Il deo me lò già disinfetato
co’ un fià di cotone e amuchina
per un pocheto ha sanguinato
ma desso soltanto una s-ciantina.
Prendi mamina quella pinséta
che dopari par le tue sopraciglia,
questa sgrezenda cavami in frèta
parché ci o’ l’angossa che mi piglia.
Oh! Finalmente! Grassie mamina!
fammi una grassia, dammi un ceroto,
me disinféto co’un fià de amuchina,
e me magno ‘a marenda col mignolo roto.

Roberto Bellino

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.