20.8 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Dipendenti minacciati per mancata vaccinazione, Cgil: “Le minacce non servono”

HomeVaccinazioni obbligatorieDipendenti minacciati per mancata vaccinazione, Cgil: "Le minacce non servono"

“Servono a poco le minacce dirette ai lavoratori da parte dei direttori che si nascondono dietro a una presunta condotta tenuta in altre case di riposo” – dichiara Cristina Bastianello della Fp Cgil.
“Non ci risulta – prosegue – che in altre Residenze si stiano minacciando i lavoratori di licenziamenti, sospensioni, o comunque di ripercussioni sul rapporto di lavoro, e respingiamo questa modalità comunicativa”.
“I lavoratori non sono degli eroi (come si vorrebbe far credere) – sottolinea Bastianello – sono degli esseri umani come tutti gli altri, con le paure e le incertezze derivate da questa emergenza che non dispensa nessuno dal disorientamento”.

Per la sindacalista “Serve avviare al più presto un dibattito sobrio con le lavoratrici e i lavoratori (in trincea da quasi un anno per affrontare questa emergenza), un dialogo per spiegare cosa significa la protezione vaccinale, come funziona, cosa è utile per proteggere sé stessi e gli altri e perché è utile sottoporsi a vaccinazione”.
“Come FP CGIL diffidiamo chiunque ad utilizzare il “metodo minacce” per convincere i lavoratori, invita ad atteggiamenti consoni e di responsabilità” conclude.

“Servono a poco le minacce dirette ai lavoratori da parte dei direttori che si nascondono dietro a una presunta condotta tenuta in altre case di riposo” – dichiara Cristina Bastianello della Fp Cgil.
“Non ci risulta – prosegue – che in altre Residenze si stiano minacciando i lavoratori di licenziamenti, sospensioni, o comunque di ripercussioni sul rapporto di lavoro, e respingiamo questa modalità comunicativa”.
“I lavoratori non sono degli eroi (come si vorrebbe far credere) – sottolinea Bastianello – sono degli esseri umani come tutti gli altri, con le paure e le incertezze derivate da questa emergenza che non dispensa nessuno dal disorientamento”.

Per la sindacalista “Serve avviare al più presto un dibattito sobrio con le lavoratrici e i lavoratori (in trincea da quasi un anno per affrontare questa emergenza), un dialogo per spiegare cosa significa la protezione vaccinale, come funziona, cosa è utile per proteggere sé stessi e gli altri e perché è utile sottoporsi a vaccinazione”.
“Come FP CGIL diffidiamo chiunque ad utilizzare il “metodo minacce” per convincere i lavoratori, invita ad atteggiamenti consoni e di responsabilità” conclude.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.