lunedì 17 Gennaio 2022
9.6 C
Venezia

Denise Pipitone, nuova svolta: ex fidanzato di Jessica in Procura per interrogatorio

HomeL'indagineDenise Pipitone, nuova svolta: ex fidanzato di Jessica in Procura per interrogatorio

Denise Pipitone, nuova svolta nelle indagini.
Da circa tre ore la Procura di Marsala sta interrogando Gaspare Ghaleb, l’ex fidanzato di Jessica Pulizzi, la sorellastra della piccola Denise Pipitone, sparita da Mazara del Vallo nel 2004.
Ghaleb viene sentito come testimone assistito perché nel processo sulla scomparsa della bambina fu indagato e condannato per false informazioni a pubblico ministero.
Nello stesso dibattimento invece Jessica, sospettata di aver fatto sparire Denise, venne assolta dall’accusa di sequestro di persona (assoluzione definitiva).

 

 

L’indagine sulla sparizione di Denise Pipitone ha preso nuovo vigore nelle ultime settimane.
Questo anche grazie alla figura di un ex pm che ha fatto una serie di “rivelazioni”, soprattutto in trasmissioni televisive. Ora, però, la posizione si complica anche per il magistrato.
La Procura di Marsala ha infatti notificato un avviso di conclusione delle indagini, atto che solitamente precede la richiesta di rinvio a giudizio, all’ex pm di Marsala Maria Angioni, che indagò sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone.
Angioni, ora giudice del lavoro a Sassari, è accusata di false dichiarazioni a pubblico ministero.
L’ex pm, protagonista di continue e sorprendenti dichiarazioni ai media, è stata sentita dalla Procura di Marsala a sommarie informazioni, quindi, come testimone, dopo aver rilevato tentativi di depistaggio dell’inchiesta condotta 17 anni fa sulla scomparsa della bambina.
L’ex pm ha anche parlato di connivenze di forze dell’ordine con i rapitori e falle gravissime negli accertamenti svolti.
Convocata dalla Procura ha confermato le accuse lanciate in tv.
Ma le circostanze riferite dall’ex pm, su cui i colleghi marsalesi hanno per settimane indagato, non hanno trovato alcun riscontro.
Da qui una sua possibile incriminazione per false dichiarazioni a pubblico ministero a cui è seguita una nuova convocazione in Procura, stavolta, in veste di indagata.
Nel corso dell’interrogatorio seguito all’avviso di garanzia Angioni ha ribadito quanto affermato.
Alla stampa, infine, l’ex pm ha rivelato di aver fatto un esposto al Csm contro i colleghi di Marsala.

 

 

“Stamattina ho depositato due denunce per reati gravi, in relazione a tutto quanto avvenuto circa la mia posizione processuale”.
E’ quanto ha dichiarato il giudice Maria Angioni, alla quale la Procura di Marsala ha notificato un avviso conclusioni indagini preliminari con l’ipotesi di false dichiarazioni a pubblico ministero.
Il magistrato fu uno dei primi pm della Procura di Marsala (insieme al capo Antonino Silvio Sciuto) ad indagare sul sequestro della piccola Denise Pipitone.

L’ex pm poi recentemente aveva parlato in tv di tentativi di depistaggio, nelle prime fasi delle indagini, che sarebbero stati attuati da esponenti delle forze dell’ordine.
Per questo, lo scorso 3 maggio, è stata ascoltata come testimone dai colleghi della Procura di Marsala.
In quell’interrogatorio, la Angioni confermò i “tentativi di depistaggio” di cui aveva parlato in tv. Ma su alcune delle circostanze riferite dall’ex pm, i colleghi marsalesi, pur indagando per alcune settimane, non hanno trovato riscontri. Da qui è scaturita l’accusa di false dichiarazioni a pm, cui è seguita una nuova convocazione in Procura, stavolta, in veste di indagata, per l’interrogatorio dello scorso 23 giugno.
Dopo l’interrogatorio, sul suo profilo Fb, la Angioni scrisse: “Dei diversi episodi di depistaggio e fastidio alle indagini di cui ho parlato in tv tra la fine di aprile 2021 e gli inizi di maggio, e che ho confermato in Procura sentita il 3.5.2021, la Procura in sostanza mi ha contestato che di due di essi mancherebbe la prova documentale”.

 

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Venditori abusivi e forze di polizia, il dibattito dei nostri lettori

Questo articolo qui sotto ha avuto la capacità di aprire un acceso dibattito tra alcuni nostri lettori in merito alla questione dei venditori ambulanti abusivi a Venezia. Tutte le posizioni sono rispettabili e dettate da valutazioni personali di logica e di coscienza...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

No Vax passano alle minacce: lettera con proiettile a dottoressa di Padova

No Vax passano alle minacce: l'immunologa Viola a Padova finisce sotto scorta a causa di una lettera con proiettile. C'è grande riserbo dagli inquirenti ma si è saputo che la lettera di minacce No vax conteneva un proiettile ed è stata...

Capodanno 2022 a Venezia e divieti: feste private con balli fino al mattino

“La serata continuerà fino alle 4:00”, “festa open bar dopocena”, “Dj set dance, revival, house”: con questi e altri slogan vengono pubblicizzati i vari party di Capodanno in programma nei palazzi e negli hotel di Venezia. Nonostante la “stretta” del Governo che...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva