Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
15.4C
Venezia
sabato 27 Febbraio 2021
HomeSottomarinaDelfino spiaggiato a Sottomarina. Una rete da pesca nella laringe

Delfino spiaggiato a Sottomarina. Una rete da pesca nella laringe

Delfino spiaggiato a Sottomarina (Venezia): è il primo caso dell’anno sul litorale veneto. Una rete da pesca ritrovata nella laringe di un tursiope da parte degli esperti dell’Università di Padova.

Delfini spiaggiati sulle coste italiane, sul litorale veneto registrato il primo caso dell’anno.
Si tratta di un esemplare di tursiope (Tursiops truncatus) spiaggiato sull’arenile del Comune di Sottomarina in provincia di Venezia.
Il ritrovamento della carcassa del cetaceo è avvenuto nella giornata di sabato scorso quando gli esperti del CERT dell’Università di Padova – partner del progetto europeo Life Delfi, coordinato dal Cnr-Irbim e a cui collabora anche Legambiente – sono intervenuti sul posto per effettuare i primi rilievi e provvedere al trasporto del delfino presso il Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione.
In questi giorni il team del CERT, coordinato dal professore Sandro Mazzariol, ha effettuato le prime indagini post mortem evidenziando chiari segni di interazione con la pesca: al livello della laringe del tursiope è stata trovata una rete da pesca.
“Non è ancora stabilito se l’attrezzatura da pesca sia stata la causa che ha provocato la morte del mammifero marino – dichiara Mazzariol – ma sicuramente ha contribuito alla compromissione dello stato di salute dell’animale”.

Nei prossimi giorni sono in programma ulteriori indagini che permetteranno di avere un quadro più approfondito sul primo delfino dell’anno rinvenuto spiaggiato nell’Alto Adriatico.
“È importante segnalare subito questi episodi al numero 1530 della Guardia Costiera per permettere l’intervento degli esperti autorizzati”, aggiunge Mazzariol, rimarcando l’importanza di mantenersi a distanza di sicurezza e non interagire con l’animale sia nel caso sia vivo che morto.
Come noto, questa è un’area marina ritenuta importante per la specie tursiope e il progetto Life Delfi mira proprio a contribuire alla conservazione di questa specie.
Sono in media 200 all’anno i delfini ritrovati morti sulle coste italiane, un dato emerso dalle statistiche degli ultimi 5 anni dalla Rete Nazionale Spiaggiamenti Italiana.
Tra questi, diversi con segni di interazione con attività umane, un trend che è necessario invertire per la tutela della biodiversità dei nostri mari.
A questo scopo, in parallelo con la salvaguardia dell’economia del settore della pesca, il progetto Life Delfi, cofinanziato dal programma Life dell’Unione Europea, mira proprio a ridurre le interazioni tra delfini e pesca.

Life Delfi è stato avviato da un anno e le sue azioni, che coinvolgono anche quattro Aree Marine Protette, sono concentrate sulle coste del mar Tirreno, mar Adriatico (compresa la sponda croata), in Sicilia e in Sardegna.
“Sono tanti i casi in cui questi cetacei restano vittime di catture accidentali oppure di lesioni riportate a seguito di impatti con imbarcazioni e attrezzature – dichiara Alessandro Lucchetti (Cnr-Irbim), coordinatore di Life Delfi – Il nostro progetto in un anno di attività ha già ottenuto buoni riscontri tra i pescatori che stanno testando sulle loro barche i pinger, dissuasori acustici che tengono a distanza i delfini. In questo modo, insieme alla diffusione di attrezzi a basso impatto ambientale ed attività di formazione e sensibilizzazione, ci auguriamo di tutelare le specie di cetacei più sensibili e, allo stesso tempo, scongiurare danni economici per il settore ittico”.

(foto: il delfino rinvenuto)

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Precipita nel vuoto per 40 metri. Morto Lorenzo Gatti, 29 anni

Precipita nel vuoto per circa 40 metri. Una caduta fatale per Lorenzo Gatti, l'alpinista di 29 anni morto nella tarda mattinata di oggi mentre...
spot

Chiuso profilo TikTok di donna che sfidava a soffocarsi, aveva 700mila follower

Chiuso profilo TikTok di una donna che "istigava al suicidio". Si tratta del profilo Tik Tok di una influencer con circa 700.000 follower. Il provvedimento...

Trambusto a Piazzale Roma: straniero si denuda in tram e aggredisce tutti

Si denuda a bordo del tram e poi aggredisce il conducente e gli agenti: arrestato dalla Polizia locale a Piazzale Roma. Protagonista uno straniero che...

Weekend, anche a Venezia assembramenti: ribellione o disinteresse?

Nonostante le prevedibili reazioni dei commentatori da social ("Fanno bene...", "Siamo stufi...", ecc..) che arriveranno, chi si occupa di cronaca non può tacere quanto...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Ciclista trovato morto a bordo strada a Sernaglia, forse investito e non soccorso

Trovato morto ciclista a bordo strada questa mattina. Si tratta di un uomo di 45 anni. Il deceduto è stato scoperto un paio d'ore fa al...

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Delfino spiaggiato a Sottomarina. Una rete da pesca nella laringe

Delfino spiaggiato a Sottomarina (Venezia): è il primo caso dell’anno sul litorale veneto. Una rete da pesca ritrovata nella laringe di un tursiope da parte degli esperti dell’Università di Padova.

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.