24 C
Venezia
domenica 01 Agosto 2021

Damsgaard: tutti lo vogliono. Calciomercato dal sapore danese

HomeCalciomercato, ultime notizieDamsgaard: tutti lo vogliono. Calciomercato dal sapore danese

Claudio Ranieri, in tempi non sospetti (febbraio 2015), aveva definito Damsgaard un enfant prodige.
Ci aveva visto lungo l’ex allenatore della Sampdoria, perché oggi il talentino danese è sulla bocca di tutti, complice anche un ottimo Europeo con la sua nazionale.
La semifinale con l’Inghilterra non ha fatto altro che accrescere il suo valore, rendendo felice anche il presidente blucerchiato Massimo Ferrero.
“Non è in vendita” ha ribadito più volte il numero uno del club genovese.
Dichiarazioni, però, alle quali ha sempre aggiunto una piccola postilla. Quel “a meno di offerte che ci facciano emozionare” che tanto spaventa i tifosi doriani e ingolosisce i club di mezza Europa.
n queste parole, infatti, c’è la sintesi del Ferrero pensiero: nessuno è incedibile a fronte di una buona proposta.
Certo il valore di Damsgaard, qualora centrasse anche la finale di Euro2020, potrebbe salire oltre i 25-30 milioni già fissati.
Sul calciatore c’è già il Milan che sta cercando un dopo Calhanoglu e il profilo del millennial danese corrisponde a pieno all’identikit cercato anche da Elliot.
Calciatore, giovane, futuribile e che tra qualche anno potrebbe rappresentare un’eccellente plusvalenza per le casse rossonere.
Maldini e Massara hanno già iniziato a fare i primi passi, ma la concorrenza è agguerrita.
La Juventus e la Roma sembrano leggermente più defilate, ma dalla Premier League fanno sul serio con l’Arsenal in pole e pronto a soddisfare le richieste di Massimo Ferrero. D’Aversa, dal canto suo, è stato presentato oggi e non può che augurarsi di lavorarci quantomeno un anno.
Difficile se Damsgaard dovesse continuare così per altre due gare dell’Europeo.

 

Il Milan, comunque, resta alla finestra e contestualmente lavora anche sul rinnovo di Kessie.
L’agente a riguardo è stato chiaro: “Solo un colpo di stato può portare via il Franck”.
La distanza tra domanda e offerta, però, è ancora tanta perché i rossoneri sono arrivati a 4 milioni più bonus, mentre dall’entourage di Kessie ne chiedono 6.
Maldini vuole evitare comunque un caso Calhanoglu-Donnarumma bis e il contratto in scadenza nel 2022 spaventa.
Preoccupa anche la chiamata olimpica alla quale ha risposto presente il calciatore.
Salterà la preparazione al nuovo campionato con il Milan e per questo il management si augura di poter risolvere il prima possibile la situazione per evitare di trascinarla fino a fine estate.

 

Una soluzione più veloce, invece, dovrà trovarla il Barcellona per Messi.
Il contratto della Pulce è scaduto lo scorso 30 giugno ma il presidente blaugrana si è detto anche oggi fiducioso circa il rinnovo.
“Tutto procede bene”, ha spiegato il numero uno del Barca, tuttavia la Coppa America e le difficoltà economiche del club spagnolo stanno rallentando di molto la trattativa.
Club come Psg e Manchester City restano alla finestra, nonostante l’affare risulti complicato anche per loro per diversi motivi.
Al-Khelaifi eventualmente dovrebbe prima cedere Mbappe, mentre Guardiola sembra aver virato verso altri progetti.
Dunque tutte le strade di Leo potrebbero portare ancora al Barcellona che sul piatto sta provando a mettere un accordo quinquennale dal valore di 100 milioni.
Le prime due stagioni sarebbero in blaugrana, le successive tre in MLS.
Per il momento, però, Messi è per la prima volta nella sua carriera senza una squadra.

Infine ufficialità per Achraf Hakimi.
Da oggi è un giocatore del Psg con un contratto fino al 2026, all’Inter andranno 60 milioni più 11 di bonus.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.