lunedì 17 Gennaio 2022
9.6 C
Venezia

Damsgaard: tutti lo vogliono. Calciomercato dal sapore danese

HomeCalciomercato, ultime notizieDamsgaard: tutti lo vogliono. Calciomercato dal sapore danese

Claudio Ranieri, in tempi non sospetti (febbraio 2015), aveva definito Damsgaard un enfant prodige.
Ci aveva visto lungo l’ex allenatore della Sampdoria, perché oggi il talentino danese è sulla bocca di tutti, complice anche un ottimo Europeo con la sua nazionale.
La semifinale con l’Inghilterra non ha fatto altro che accrescere il suo valore, rendendo felice anche il presidente blucerchiato Massimo Ferrero.
“Non è in vendita” ha ribadito più volte il numero uno del club genovese.
Dichiarazioni, però, alle quali ha sempre aggiunto una piccola postilla. Quel “a meno di offerte che ci facciano emozionare” che tanto spaventa i tifosi doriani e ingolosisce i club di mezza Europa.
n queste parole, infatti, c’è la sintesi del Ferrero pensiero: nessuno è incedibile a fronte di una buona proposta.
Certo il valore di Damsgaard, qualora centrasse anche la finale di Euro2020, potrebbe salire oltre i 25-30 milioni già fissati.
Sul calciatore c’è già il Milan che sta cercando un dopo Calhanoglu e il profilo del millennial danese corrisponde a pieno all’identikit cercato anche da Elliot.
Calciatore, giovane, futuribile e che tra qualche anno potrebbe rappresentare un’eccellente plusvalenza per le casse rossonere.
Maldini e Massara hanno già iniziato a fare i primi passi, ma la concorrenza è agguerrita.
La Juventus e la Roma sembrano leggermente più defilate, ma dalla Premier League fanno sul serio con l’Arsenal in pole e pronto a soddisfare le richieste di Massimo Ferrero. D’Aversa, dal canto suo, è stato presentato oggi e non può che augurarsi di lavorarci quantomeno un anno.
Difficile se Damsgaard dovesse continuare così per altre due gare dell’Europeo.

 

Il Milan, comunque, resta alla finestra e contestualmente lavora anche sul rinnovo di Kessie.
L’agente a riguardo è stato chiaro: “Solo un colpo di stato può portare via il Franck”.
La distanza tra domanda e offerta, però, è ancora tanta perché i rossoneri sono arrivati a 4 milioni più bonus, mentre dall’entourage di Kessie ne chiedono 6.
Maldini vuole evitare comunque un caso Calhanoglu-Donnarumma bis e il contratto in scadenza nel 2022 spaventa.
Preoccupa anche la chiamata olimpica alla quale ha risposto presente il calciatore.
Salterà la preparazione al nuovo campionato con il Milan e per questo il management si augura di poter risolvere il prima possibile la situazione per evitare di trascinarla fino a fine estate.

 

Una soluzione più veloce, invece, dovrà trovarla il Barcellona per Messi.
Il contratto della Pulce è scaduto lo scorso 30 giugno ma il presidente blaugrana si è detto anche oggi fiducioso circa il rinnovo.
“Tutto procede bene”, ha spiegato il numero uno del Barca, tuttavia la Coppa America e le difficoltà economiche del club spagnolo stanno rallentando di molto la trattativa.
Club come Psg e Manchester City restano alla finestra, nonostante l’affare risulti complicato anche per loro per diversi motivi.
Al-Khelaifi eventualmente dovrebbe prima cedere Mbappe, mentre Guardiola sembra aver virato verso altri progetti.
Dunque tutte le strade di Leo potrebbero portare ancora al Barcellona che sul piatto sta provando a mettere un accordo quinquennale dal valore di 100 milioni.
Le prime due stagioni sarebbero in blaugrana, le successive tre in MLS.
Per il momento, però, Messi è per la prima volta nella sua carriera senza una squadra.

Infine ufficialità per Achraf Hakimi.
Da oggi è un giocatore del Psg con un contratto fino al 2026, all’Inter andranno 60 milioni più 11 di bonus.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

No Vax passano alle minacce: lettera con proiettile a dottoressa di Padova

No Vax passano alle minacce: l'immunologa Viola a Padova finisce sotto scorta a causa di una lettera con proiettile. C'è grande riserbo dagli inquirenti ma si è saputo che la lettera di minacce No vax conteneva un proiettile ed è stata...

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...