4.4 C
Venezia
lunedì 06 Dicembre 2021

Il Crocifisso di san Moisè, dopo ‘l’acqua granda’ di Venezia, ritorna al suo posto grazie a Venetian Heritage

HomeLe belle notizieIl Crocifisso di san Moisè, dopo 'l'acqua granda' di Venezia, ritorna al suo posto grazie a Venetian Heritage
la notizia dopo la pubblicità

Dopo l'alta marea eccezionale che colpì Venezia nel 2019, il Crocifisso di Giuseppe Torretti restaurato da Venetian Heritage ritorna nella chiesa di San Moisè.

Il 12 novembre 2019 Venezia fu inondata da un’eccezionale marea che sfortunatamente danneggiò gravemente il nostro patrimonio artistico.
Venetian Heritage all’indomani dell’Acqua Granda lanciò la campagna #supportvenice con l’intento di raccogliere fondi per finanziare urgenti interventi di restauro conservativo di alcune opere d’arte colpite dall’inondazione.

Grazie a questa iniziativa furono raccolti 238.262,00 €, i quali sono stati devoluti per i seguenti interventi: il restauro conservativo di una porzione del pavimento a mosaico della Basilica di San Marco; il restauro del monumento al doge Francesco Morosini nella chiesa di Santo Stefano; e il restauro del crocifisso ligneo di Giuseppe Torretti conservato nella chiesa di San Moisè.

Il Crocifisso di san Moisè rappresenta uno dei capolavori lignei di Giuseppe Torretti (1664-1743), scultore e intagliatore “ingegnosissimo”, tra i più rinomati artisti del Settecento veneziano, autore prediletto dei nobili Manin e fondatore di una bottega in cui, dopo la morte, transitò anche il giovanissimo Canova.

Scolpita in legno di cirmolo nel 1711, l’opera, usata come asta processionale, colpiva e colpisce sia per l’immagine sofferente di Cristo, raffigurato vivo ma pervaso dai dolori e spasmi dell’agonia, sia per la croce su cui è issato. Composta di lamine di tartaruga, inserti di madreperla e bronzi dorati, l’opera si impone come prezioso lavoro di “singolare arteficio” e esempio di altissima qualità dell’artigianato veneziano dell’epoca.

Finita a ‘mollo’ durante l’Acqua Granda del novembre 2019, l’intervento di restauro finanziato da Venetian Heritage ha consolidato la struttura complessiva dell’opera reintegrando le varie lacune.

Al termine del restauro, per celebrare il recupero del magnifico Crocifisso ligneo e grazie alla collaborazione della Curia Patriarcale di Venezia e della Direzione regionale Musei Veneto e al generoso contributo di Paula Cussi, Venetian Heritage ha organizzato una speciale esposizione presso il Museo di Palazzo Grimani dedicata al Crocifisso del Torretti restaurato, e ha finanziato il volume REVIXIT Un capolavoro intagliato di Giuseppe Torretti restaurato da Venetian Heritage, edito da Marsilio Editori, che grazie agli studi eseguiti da Monica De Vincenti e Maichol Clemente, illustra l’eccezionalità del Crocifisso ligneo con un saggio dedicato allo scultore Giuseppe Torretti e alla sua opera, corredato da una esaustiva campagna fotografica realizzata da Matteo De Fina, e da una relazione tecnica che illustra il delicato intervento eseguito da Alvise Boccanegra.

Venetian Heritage, ancora una volta, ha promosso il restauro e lo studio dell’ancor poco nota scultura veneta ed è orgogliosa di poter restituire, nel giorno del secondo anniversario del catastrofico evento, il Crocifisso alla comunità di S. Moisè e ai cultori dell’arte.

In occasione di questo ritorno, il giorno 12 novembre alle ore 17.30 avrà luogo presso la chiesa di san Moisè una celebrazione presieduta dal Patriarca di Venezia S.E.R. Francesco Moraglia.

continua a leggere dopo la pubblicità

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

Walter Onichini è in carcere, Zaia: “Mattarella conceda la grazia”

Caso Onichini: Zaia chiede la grazia per il macellaio che è in carcere per aver sparato al ladro. "Mi rivolgo al capo dello Stato e chiedo che venga concessa la grazia a Walter Onichini", sono state le parole del presidente della Regione...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Il Mose vince: Venezia “asciutta”. Perché la conferma tarda ad arrivare

L'acqua alta a Venezia non è arrivata: la marea ha toccato a Lido 138 cm. ma le paratie del Mose alle 18.40 di lunedì erano già issate