lunedì 17 Gennaio 2022
9.6 C
Venezia

Covid nel Veneziano: chiude Pediatria Portogruaro, personale spostato ai ricoveri Covid

HomeCoronavirus VeneziaCovid nel Veneziano: chiude Pediatria Portogruaro, personale spostato ai ricoveri Covid

Il direttore generale, Carlo Bramezza, ha ricordato di come vi siano anche in questi giorni bar affollati di persone.

Covid nel Veneziano che continua a correre, tanto che l’Ospedale di Jesolo ha praticamente esaurito tutti i posti letto.
La notizia di oggi è che sono così tanti i ricoverati e quanti continuano a presentarsi in condizione da richiedere il ricovero che la situazione è un passo dall’obbligare alla chiusura di altri servizi a San Donà e Portogruaro per convertire le risorse destinandole a degenze Covid.
In queste ore è, infatti, già partito l’input di “rinunciare” a Pediatria.
Il reparto sospenderà attività e “presterà” il personale sanitario ad ulteriori spazi con altri letti nel Covid Hospital di Jesolo.
Si tratta dello sforzo massimo che può compiere il presidio jesolano che con questa apertura



arriva a 90 posti letto, con ulteriori 14 letti di terapia intensiva e 4 letti di terapia semi-intensiva. 
Dettagliati anche i protocolli di quanto verrà sospeso del reparto di degenza pediatrico di Portogruaro.
Il reparto per la cura dei bambini ospita 10 posti letto ma già da qualche tempo l’organizzazione si era attivata per liberare le degenze. Nelle ultime ore c’era solo un piccolo ricoverato con una prognosi, però, già avviata alla risoluzione.
Da oggi vengono assicurate solo l’attività ambulatoriale, ovviamente le urgenze, e tutte le attività a supporto al Punto Nascite, che rimane comunque operativo.
Tuttavia, se si presentasse un piccolo che necessita di ricovero in Pediatria, il piccolo





paziente sarebbe trasferito a San Donà di Piave, dove continua a funzionare il reparto dedicato e quello di patologia neonatale.
Il direttore generale dell’Ulss 4, Carlo Bramezza, ha comunque espresso insoddisfazione e preoccupazione per la mancata collaborazione dei suoi concittadini che non permette di arginare il virus.
“Sono giorni in cui nel Veneto orientale il trend dei contagi continua ad essere altalenate, allo stesso tempo si registra però un continuo aumento dei ricoveri. In questa fase è più che mai importante porre la massima attenzione nell’impedire la circolazione del virus (quindi nuovi contagi e nuovi ricoveri) con le buone pratiche che conosciamo, è inoltre fondamentale evitare ogni situazione di assembramento che potrebbe verificarsi sempre più spesso in avvicinamento alle festività natalizie. Con l’attenzione di tutti possiamo cercare di uscire prima da questa pandemia”.
A microfoni spenti il dg ha poi ricordato di bar tutt’ora affollati di avventori, tra cui quelli che hanno visto contagiarsi i titolari, i gestori e tutti i dipendenti.

(foto di archivio: ospedale di portogruaro/ credits: lavocedivenezia.it / articolo: Covid nel Veneziano: chiude Pediatria Portogruaro, personale spostato ai ricoveri Covid / cat.: covid, coronavirus nel veneziano, jesolo, portogruaro, pediatria / 08/12/2020)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Ecco cosa si prova ad andar via dalla Venezia in cui si è nati. “Le lacrime durante il trasloco”. Lettere

In risposta alla lettera: “Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Di G.A. & D. Pugiotto La marsaria Quela matina del febraro sesantaoto Xe ga Liga la barca del Mario in fondamenta, e col careto del osto, che spussa de...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.