Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
6.1C
Venezia
venerdì 05 Marzo 2021
Homecoronavirus nel mondoCovid nel mondo: Francia verso terzo lockdown, Gran Bretagna: record di decessi

Covid nel mondo: Francia verso terzo lockdown, Gran Bretagna: record di decessi

Covid nel mondo con apparenti contraddizioni e differenti approcci da parte dei vari paesi dopo – praticamente – un anno di pandemia.
Francia verso un terzo lockdown, mentre Mosca apre tutto e, contariamente alle linee guida UE, ogni paese si riorganizza individualmente.
Le varianti Covid stanno mettendo in allarme rosso il mondo intero facendo diffondere il virus sempre più velocemente.
In Europa la Francia sembra ormai rassegnata ad un terzo lockdown, mentre la Germania guida un fronte di rigoristi che chiedono un’ulteriore stretta sui viaggi tra i 27.
La Gran Bretagna nel frattempo ha chiuso a 22 Paesi ed il Portogallo ha sospeso i collegamenti con il Brasile.
La variante britannica è già arrivata in 70 Paesi, 10 in più in una settimana, mentre sono 31 quelli dove è stata tracciata la sudafricana, come ha rilevato l’Oms nel suo ultimo rapporto.
Si tratta di una nuova conferma che queste mutazioni corrono.
E, nel peggiore dei casi, potrebbero risultare più mortali del ceppo originario, anche se non ci sono dati definitivi al riguardo.
L’Europa, come sappiamo, si trova in grande affanno con le vaccinazioni, tanto che è in atto un duro contenzioso con le aziende farmaceutiche che hanno rallentato la fornitura delle dosi.
In questo scenario la stretta alla mobilità viene ritenuta la soluzione più realistica nell’immediato.
A cominciare dalla Francia, dove il governo sta valutando l’opzione più estrema, un “lockdown molto rigido”, che sarebbe il terzo dall’inizio dalla pandemia.
Il coprifuoco anticipato alle 18 su tutto il territorio nazionale:

“non frena in modo sufficiente” la propagazione del Covid, ha spiegato il portavoce dell’esecutivo Gabriel Attal, rilevando che le varianti “si stanno sviluppando a un ritmo importante”.
C’è poi la Germania, in lockdown da oltre un mese, che guarda con preoccupazione ai propri confini, soprattutto quello con la Repubblica Ceca, con percentuali elevatissime di contagi e vittime.
Berlino sta chiedendo un inasprimento a livello Ue delle raccomandazioni proposte dalla Commissione sui criteri per definire le aree rosso scuro, ad alto rischio Covid: stretta che porterebbe di fatto a maggiori controlli sanitari ai confini ed una limitazione dei viaggi.
Con i tedeschi ci sono i Paesi del Nord, mentre quelli a vocazione turistica non vedono di buon occhio la blindatura delle frontiere.
Una decisione a Bruxelles è attesa per venerdì, anche se sembra escluso un divieto generalizzato di viaggi tra i 27.
Nel frattempo, comunque, si procede in ordine sparso.
E’ il caso del Portogallo, che ha sospeso tutti i collegamenti aerei

con il Brasile, per timore della variante rilevata in Sudamerica.
Fuori dall’Ue la Norvegia ha chiuso le frontiere a quasi tutti i non residenti e la Gran Bretagna ha bandito i viaggi con 22 Paesi dell’America Latina e dell’Africa e con il Portogallo.
Residenti e cittadini britannici in rientro da quei Paesi avranno l’obbligo di quarantena in hotel sorvegliati messi a disposizione dal governo.
E comunque nell’isola i viaggi per turismo verso qualsiasi destinazione sono di fatto proibiti.
La situazione oltremanica è drammatica, con il record europeo di oltre centomila morti, tanto che il premier Boris Johnson ha escluso una revisione del lockdown prima del 22 febbraio.
Ma non tutti in Europa soffrono alla stessa maniera, anzi.
A Mosca il sindaco Serghei Sobyanin ha annullato tutte le restrizioni anti-Covid:

bar e ristoranti potranno restare aperti tutta la notte, persino le discoteche.
Un ritorno alla normalità di cui saranno lieti soprattutto i più giovani, nonostante nel resto del Paese i contagi continuino a salire.

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...