10.1 C
Venezia
domenica 28 Novembre 2021

Covid, panico in Cina per annuncio: “Fate scorta per rimanere in casa”

HomeCovid nel mondoCovid, panico in Cina per annuncio: "Fate scorta per rimanere in casa"
la notizia dopo la pubblicità

Allarme Covid in Cina per la ripresa di contagi (pochi, in realtà, quelli dichiarati) e un appello alla popolazione ha creato il panico

“Fate scorta per restare a casa”, questo l’annuncio che ha scatenato il panico nelle ultime ore a causa dell’allarme Covid in Cina.
L’allarme in Cina c’è ed è reale, Pechino, ad esempio, ha cancellato la metà dei voli dopo la conferma di nuovi focolai di Delta .
Il ministero del Commercio ha creato però vero e proprio scompiglio sul web per un appello rivolto alle famiglie.
Nelle frasi si invitavano le persone a fare scorta di alcuni beni essenziali per l’inverno e la primavera.
Il tutto seguito da un sollecito alle autorità locali a tutelare la sicurezza degli approvvigionamenti alimentari.

La dichiarazione, diffusa nella tarda serata di lunedì, ha infiammato le discussioni online e alimentato varie teorie tra i timori di un allargamento dell’epidemia di coronavirus (magari non ancora “prontamente dichiarata”), di un’ondata di freddo già prevista o addirittura di un aumento delle tensioni con Taiwan.

In risposta all’ondata di panico, l’Economic Daily, testata sostenuta dal Partito comunista cinese, ha invitato i netizen a non spingersi troppo oltre con l’immaginazione, dando un’interpretazione autentica della direttiva secondo cui lo scopo era solo quello “di assicurarsi che i cittadini non fossero colti alla sprovvista in caso di blocco” della loro zona.

L’appello lanciato alla popolazione sembrerebbe dunque essere principalmente legato al rischio di una nuova emergenza Covid e alla politica della tolleranza zero adottata da Pechino.
Come dimostrano i tamponi di massa scattati su 33 mila persone a DisneyLand di Shanghai, chiuso dopo un unico contagio dichiarato.
Oppure l’operazione sul treno veloce diretto a Shangai e costretto la scorsa settimana a fermarsi, evacuando tutti gli oltre 200 passeggeri a bordo per trasferirli nei centri Covid dopo, anche in quel caso, un solo sospetto caso di contagio dichiarato.

La capitale, intanto, ha dimezzato i suoi voli nell’ambito della stretta contro i focolai di variante Delta, a meno di 100 giorni dalle Olimpiadi invernali.

Come testimonia il sito di monitoraggio aereo VariFlight: un migliaio di voli, circa la metà di quelli da e per i due aeroporti della città (Capital e Daxing), sono stati cancellati.

La commissione sanitaria locale, sollecitando la terza dose di vaccino e chiedendo di non lasciare la città se non in casi “assolutamente necessari”, ha chiarito che i residenti partiti per viaggi d’affari o di piacere in aree con casi confermati dovrebbero “rinviare” il ritorno, causando malcontento sul web.

Pechino ha riportato quattro nuovi contagi dichiarati, tutti in una famiglia di Tiantongyuan, nel distretto di Changping.
Di riflesso, l’area è stata etichettata come a ‘medio rischio’ con la chiusura di quasi venti scuole e test per circa 142.700 residenti.

Lunedì sera, durante una riunione video, Cai Qi, potente capo del Partito comunista di Pechino, ha affermato che la città aveva segnalato un nuovo focolaio di gruppi familiari, esortando i funzionari a intraprendere immediatamente azioni per interrompere la catena di trasmissione, ha riferito il Global Times.

A livello nazionale, i casi dichiarati ieri sono stati 71, di cui 54 legati alla trasmissione interna.
Pochi in rapporto ad altri Paesi, troppi per la tolleranza zero.

continua a leggere dopo la pubblicità

» leggi anche: “Aumenti variante Delta: Cina vaccina bambini dai tre anni in su

» leggi anche: “Covid: ripresa contagi in Cina, Wuhan blocca maratona. Bulgaria ha ospedali pieni, invia malati all’estero

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

Tornelli a Venezia nel 2022 perché quest’anno è invasione di turisti

Venezia quest'anno sta subendo una vera e propria invasione di turisti, tornati in massa come e più del 2019, per questo dal 2022 arriveranno i "tornelli". La misura è stata annunciata dal sindaco, assieme alla prenotazione e ad una 'app'....