lunedì 17 Gennaio 2022
2.6 C
Venezia

Costalonga: “Marchio IGP per il vetro di Murano e il merletto di Burano”

Homevetro di MuranoCostalonga: "Marchio IGP per il vetro di Murano e il merletto di Burano"

L’assessore Costalonga ha partecipato oggi al webinar dedicato alla creazione di un meccanismo IGP per prodotti artigianali tradizionali.

Questo pomeriggio l’assessore al Commercio e Attività produttive Sebastiano Costalonga ha partecipato al webinar organizzato dal Comitato Europeo delle Regioni, organo consultivo della UE che rappresenta gli Enti Locali e Regionali d’Europa, dedicato alla creazione di un meccanismo IGP per prodotti artigianali tradizionali.
In particolare, per quanto riguarda Venezia, l’assessore ha ribadito la necessità di un riconoscimento istituzionale europeo tramite la creazione di un marchio di Indicazione Geografica Protetta (IGP) per il vetro di Murano e il merletto di Burano.
Su questa iniziativa, il Comune di Venezia ha ottenuto l’appoggio di altre regioni, province e città europee che collaborano insieme al fine di sviluppare un meccanismo che valorizzi l’artigianato locale, rilanci l’economia degli stati membri e preservi il patrimonio culturale europeo.
“A Venezia – ha dichiarato Costalonga – abbiamo artigiani unici nel loro settore, artigiani che ci invidia tutto il mondo, la cui manualità e conoscenza si perde nella notte dei tempi e deve essere in tutti i modi preservata e tramandata. È intenzione del Comune di Venezia salvaguardare la tradizione e il valore delle Maestre merlettaie e dei Maestri vetrai, perché Venezia deve continuare ad essere quella Serenissima che creava opere riconosciute, ricercate e invidiate da tutto il mondo. Il percorso intrapreso per il riconoscimento di un marchio di Indicazione Geografica Protetta (IGP) per il vetro di Murano e il merletto di Burano è finalizzato alla tutela, alla preservazione e al rilancio dei settori del vetro e del merletto veneziani”.

“Questo straordinario e prezioso patrimonio culturale e artigianale europeo necessita di tutele specifiche che ne garantiscano la sopravvivenza e il buon funzionamento, soprattutto per far fronte alle pratiche di contraffazione, principale causa della perdita di fatturato delle imprese locali. Per questo motivo, vogliamo collaborare al fine di ottenere una legislazione che porti al riconoscimento IGP del vetro di Murano e del merletto di Burano. Il rilancio di questi settori non favorirebbe solo gli artigiani locali, ma garantirebbe tutele maggiori per i consumatori e, soprattutto, contribuirebbe al consolidamento della cultura Europea”.

“Riteniamo che un meccanismo IGP sia necessario, oltre che per mitigare le conseguenze economiche della crisi di Covid19 anche per dare il giusto riconoscimento a dei prodotti unici e ineguagliabili, proprio per il fatto che sono creati a mano, uno ad uno, da maestri del settore”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...