5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
11.1 C
Venezia
martedì 18 Maggio 2021

Coronavirus nel veneziano: boom di contagi, un morto. Sindaco di Fossalta preoccupato

HomeCoronavirus VeneziaCoronavirus nel veneziano: boom di contagi, un morto. Sindaco di Fossalta preoccupato

Coronavirus nel veneziano: boom di contagi, un morto. Sindaco di Fossalta preoccupato

Coronavirus nel veneziano: è boom di contagi, mai così alti nei mesi di post-lockdown. Nonostante il fisiologico rallentamento del weekend, il report delle ultime 24 ore indica ben 41 nuovi casi con, purtroppo, una nuova vittima.
L’aumento è addirittura tale per cui Venezia e provincia balzano al primo posto come territorio con il maggior aumento di casi di tutta la Regione Veneto.

Per quanto riguarda le specificità, si sa di un caso a Lido che riguarda una ragazza tornata da vacanze in Sardegna, mentre sono saliti a sette i casi di lavoratori alla Fincantieri di Marghera (operanti con ditte esterne). Gli accertamenti dell’Ulss naturalmente continuano testando familiari e conviventi.
Un caso è poi stato segnalato nella Prefettura di Venezia, si tratta di un dipendente di rientro dalle ferie. Ora, come da protocollo, verranno testati i colleghi dell’ufficio oltre alla cerchia famigliare.

Per quanto riguarda una visione generale, il “boom” dei 41 nuovi casi accertati in 24 ore, essi non sarebbero collegati tra loro (non ci sarebbero nuove positività di parenti, per esempio, di un caso già accertato) risultando quindi ‘nuovi filoni’ di casi individuali probabilmente in qualche modo collegati dal ritorno da ferie e luoghi di vacanza. In evidenza, sotto questa luce, i rientri da Croazia, Grecia e Spagna e ora anche Sardegna.

Allarme, inoltre, per un sospetto cluster a Fossalta, nel sandonatese. Sono ben 16 i casi appena scoperti ma si teme ora per i risultati dei test compiuti su un altro centinaio di persone a rischio. Ancora una volta sotto accusa il rientro da vacanze in Sardegna. Il virus qui avrebbe attaccato in maniera trasversale: si tratta di 3 nuclei famigliari distinti e non collegati tra loro, e le positività riguarderebbero sia giovani appena rientrati che altri congiunti, tra cui anche nonni. Tra di essi anche bambini. Chi presenta sintomi al momento lo fa in maniera blanda con qualche linea di febbre.

Il sindaco Manrico Finotto ha parlato alla cittadinanza attraverso Facebook: «Dopo l’attenuazione nei mesi scorsi della pandemia, in questi giorni stiamo assistendo a un importante ritorno dei contagi nel nostro territorio». «In particolare a Fossalta risultano positivi numerosi residenti. Attualmente l’Usl4 segnala complessivamente sedici persone positive al Covid-19, per la maggior parte circoscritti a tre gruppi famigliari».

Il sindaco evidenzia che si sono allentate le maglie, che le persone si muovono di più, talvolta senza rispettare le classiche misure igieniche. “Occorre rispettare gli accorgimenti più importanti: lavarsi e disinfettarsi spesso le mani, evitare abbracci, strette di mano e il contatto ravvicinato, mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro”.

Nel veneziano oggi gli “attualmente positivi” hanno raggiunto la soglia (non solo psicologica) di 300.
Nel veneziano anche il triste primato dell’unico morto di tutta la Regione Veneto.
Torna a salire, anche se di poco, il numero dei ricoverati che ora presenta 14 degenti di cui uno in terapia intensiva. Tutti i ricoverati sono a Dolo.

Un altro record non felice del territorio metropolitano di Venezia riguarda le nuove persone che vengono poste in isolamento, cresciuto di 129 soggetti in 24 ore. Con i 1.241 isolamenti totali è un’altra sorta di “primato”.

(Potrebbe interessarti anche: Riaprono le scuole il 14, ma mancano i professori e c’è il problema dei trasporti)

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor