7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Coronavirus Venezia: vaccini alle forze dell’ordine in Marittima

HomeIn CopertinaCoronavirus Venezia: vaccini alle forze dell'ordine in Marittima
la notizia dopo la pubblicità

Coronavirus Venezia: vaccini alle forze dell’ordine in Marittima. Oggi al terminal Vtp Marittima per il via della campagna vaccinale alle Forze dell’Ordine che ha visto la presenza del vicesindaco di Venezia, Andrea Tomaello.
Un lavoro di squadra, che coinvolge tante forze sul territorio, per la campagna vaccinale che interessa 4mila operatori delle Forze dell’Ordine del territorio veneziano.
Si svolge in questi giorni nel terminal 103 della Marittima al Tronchetto, in concessione alla Venezia Terminal Passeggeri, la somministrazione dei vaccini agli operatori di Carabinieri, Finanza, Polizia di Stato e ad altro personale dei servizi essenziali che lavora in provincia. La campagna, coordinata dalla Questura e dall’Ulss 3 “Serenissima”, è resa possibile grazie al supporto della Polizia locale, della Protezione Civile e della Croce Rossa di Venezia. A portare i ringraziamenti dell’amministrazione comunale il vicesindaco Tomaello.

“Vedere questa sinergia e questa collaborazione interforze – ha affermato Tomaello – onora la città. Voglio ringraziare tutti coloro che sono impegnati in questa attività, dagli operatori delle Forze dell’Ordine alla nostra Polizia locale, la Protezione civile e la Croce Rossa di Venezia per il contributo che stanno dando in termini logistici e di supporto alla macchina organizzativa. L’obiettivo è vaccinare in breve tempo quante più persone possibili. Oggi ci troviamo in un hub che, fuori dall’emergenza, – ha aggiunto – rappresenta un punto di approdo e ritrovo per i turisti che arrivano nella nostra città. In epoca pandemica diventa un centro essenziale che può contribuire alla ripartenza di Venezia. In questa fase sono 4mila le donne e gli uomini che si sottopongono al vaccino. Auspico che si possa continuare a vaccinare qui anche quando sarà coinvolta a tappeto tutta la cittadinanza, in modo che questo luogo diventi un simbolo di speranza per la nostra rinascita”, ha concluso il vicesindaco.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".
spot

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.
Advertisements

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...