7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Coronavirus Venezia, iniziata risalita. Veneziano provincia con più casi

HomeCoronavirus VeneziaCoronavirus Venezia, iniziata risalita. Veneziano provincia con più casi
la notizia dopo la pubblicità

Coronavirus Venezia: la risalita mostra graficamente la curva di nuovo decisamente tendente al rialzo.
Tra le 17 di martedì e le 17 di mercoledì sera sono in totale 190 i nuovi casi di contagio.
Ancora fortunatamente bassi i coefficienti dei ricoveri e dei decessi ma l’esperienza già fatta nella pandemia ci ha mostrato finora che il primo valore a crescere è quello dei contagi con gli altri, di conseguenza, che seguono a distanza di giorni.
Il virus (o una sua variante) è tornato a circolare con decisione. La percezione di ciò si può avere controllando l’ultimo bollettino regionale ufficiale.
Emesso ieri, mercoledì sera alle ore 17, nella colonna “delta” mostra le variazioni rispetto al bollettino precedente targato nella stessa mercoledì mattina ore 8: la variazione è di 121 nuovi casi in 11 ore.
Un aumento a tre cifre in mezza giornata non capitava più da molto tempo.
Nel dettaglio gli aumenti per nuovi casi scoperti con i tamponi nelle province in 11 ore sono:
121 Venezia, Padova 120, Vicenza 70,

Treviso 51, Belluno 49, Rovigo 26, Verona 17, (persone domiciliate fuori Veneto 10), (ancora da assegnare 1).
In totale nel Veneto in 11 ore sono stati registrati 465 nuovi casi positivi.
Gli attualmente positivi nella città Metropolitana di Venezia sono saliti a 4.272.
Ricoverati: Venezia e provincia conta 152 persone ricoverati.
Decessi: sono tre le vittime nel Veneziano.
La situazione si va complicando anche a livello regionale, tanto che potrebbero essere gli ultimi giorni di ‘zona gialla’ per il Veneto, come è emerso mercoledì dal consueto punto stampa di aggiornamento.
“Da qualche giorno c’è un aumento dei casi – conferma Luca Zaia –

Abbiamo parametri che indicano il rischio di un passaggio alla zona arancione da venerdì”.
A preoccupare la Regione è l’aumento dell’indice Rt, attualmente a 0,95-0,94. Il nuovo dato settimanale lo si attende non sotto l’1.
E oltre alla diffusione del contagi, sono anche i numero degli ospedali a segnalare che la situazione va verso il peggioramento: l’ultimo report parla di 22 nuovi ricoveri in area non critica (sono 1.194 i letti occupati) e 10 ingressi in terapia intensiva, con 155 ricoverati totali.
I nuovi casi Covid sono 1.272 nelle ultime 24 ore, con il totale a 336.750, e si contano 17 vittime, per un dato complessivo di 9.891.

La campagna vaccinale intanto prosegue: sono 118.383 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale anti-Covid; in tutto le dosi inoculate sono 356.833, e 238.5050 coloro che ne hanno ricevuta una.
Le dosi disponibili sono complessivamente 564.020.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...
spot

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...
Advertisements

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".