Coronavirus veneziano: ‘solo’ 3 nuovi. Zaia conferma delicatezza caso bimba intubata

ultimo aggiornamento: 18/08/2020 ore 15:54

1358

virus test prova febbre net 540

Coronavirus a Venezia di cui si parla attualmente soprattutto per il cluster della casa di riposo di Mestre. Si registrano, infatti, altri due decessi che portano a 6 il numero totale delle vittime all’Antica Scuola dei Battuti.
Un decesso si è registrato all’interno della casa di riposo, l’altro in ospedale dove era stato effettuato il ricovero dopo un aggravamento dei sintomi e positività al Covid.

Venezia e provincia, intanto, conta “solo” tre nuovi contagi nelle ultime 24 ore.
Sono 241 persone attualmente positive.
Le persone ricoverate sono attualmente 12, tutte a Dolo.
Nessun ricoverato in terapia intensiva.


AEROPORTI DEL VENETO
Come noto sono stati attivati “Punto-tamponi” per i viaggiatori di rientro o che entrano attraverso atterraggio nei nostri aeroporti. I risultati di questo screening, aggiornati a lunedì, evidenziano che sono risultati positivi 48 turisti rientrati. “A seconda delle regioni, – sottolinea Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di Sanità – il 25-40% dei casi sono stati importati da concittadini tornati da viaggi o da stranieri residenti in Italia”.

Sono in totale 13.919 tamponi effettuati a chi è rientrato in questi giorni da Paesi considerati a rischio.
I 48 positivi rappresentano una percentuale dello 0,344 sul totale dei tamponi effettuati in Veneto.
Il maggior numero di positivi (17) è stato riscontrato nel territorio a cui fa capo l’Azienda ospedaliera di Verona, che ha eseguito 2.386 test, seguita dall’Ulss 6 Euganea con 13, L’Ulss 9 Scaligera con 7, l’Ulss 2 Marca Trevigiana con 6, l’Azienda ospedaliera di Padova con 3.
L’Ulss 3 Serenissima ha “scoperto” 2 nuovi casi positivi tra i turisti di rientro al “Marco Polo” di Tessera.

In veneto, ad oggi, sono stati eseguiti 1.1380.000 dall’inizio dell’epidemia.
I positivi “scoperti” sono stati 21.256 (erano 18.950 al 18 maggio scorso).
Si tratta, ha spiegato il presidente della Regione, Luca Zaia, “di una ventina di positivi di media al giorno”.
I soggetti posti in isolamento domiciliare fiduciario in seguito a tampone in Veneto ammontano a 3.870.


BIMBA INTUBATA A PADOVA
La delicatezza del caso della bambina di 5 anni ricoverata in terapia intensiva a Padova è confermata dal presidente del Veneto, Luca Zaia.
“E’ un quadro clinico complicato”. “La situazione della piccola – ha aggiunto – è monitorata dai rianimatori.
“Siamo preoccupati perché è una bimba di età pediatrica”.
Zaia ha spiegato che, oltre che dal virus, la piccola “è affetta anche da altre patologie”.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here