20.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Coronavirus Venezia: chiuso Annus horribilis. I numeri del primo giorno dell’anno

HomeCoronavirus VeneziaCoronavirus Venezia: chiuso Annus horribilis. I numeri del primo giorno dell'anno

Coronavirus Venezia e provincia che ricorderanno dicembre 2020 come il mese più nero della loro storia. E’ l’ultimo mese, quello appena abbandonato da due giorni soli, ciò significa che non ci siamo lasciati niente ancora alle spalle.
Dicembre ha contato 473 morti, il maggior numero mensile di decessi contrassegnati da “Covid” da quando è cominciata questa emergenza.
Ieri, primo giorno dell’anno, numeri ancora in crescita nella nostra provincia: 754 nuovi contagi.
Come noto, una percentuale di positivi necessita di ricovero: 575 persone sono ricoverate “Covid” nel Veneziano oggi con un aumento di altri 7 nell’ultimo giorno. Di loro, 69 persone

occupano un letto di terapia intensiva.
Si tratta di un numero enorme per la richiesta di risorse sanitarie che implica.
Decessi registrati l’1/1 a Venezia e provincia: altre 12 persone hanno perso la vita.
Per noi veneziani, inoltre, inutile cercare conforto sui numeri di rango regionale.
Il nuovo anno non è iniziato in Veneto in maniera positiva: numeri ancora molto pesanti sul fronte del Covid.
4.805 nuovi contagi al SarsCov-2 il primo gennaio 2021 (il giorno prima erano stati 4.800).
Le vittime sono state 90 nell’ultimo giorno.
Il dato

totale dei decessi si aggiorna così a 6.629.
Negli ospedali la pressione resta alta: 3.386 i posti occupati.
Salgono i pazienti Covid nelle terapie intensive arrivando a 401 (+7).

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.