4.2 C
Venezia
domenica 05 Dicembre 2021

Coronavirus: otto deceduti oggi. Addio a 46enne di Murano

HomeMuranoCoronavirus: otto deceduti oggi. Addio a 46enne di Murano
la notizia dopo la pubblicità

Redazione, 24 marzo 2020, ore 07.10

coronavirus-venezia-arianna-murano-otto-morti-oggi

Il rapporto sul coronavirus oggi diventa prioritariamente una disgraziata lista di epigrafi. Lunedì sono state rese note otto persone ‘di competenza’ del veneziano che hanno perso la vita: sei nei nostri ospedali, due in Lombardia.
Sei morti a Venezia e provincia non si erano mai visti dall’inizio dell’emergenza e il triste dato viene reso noto proprio nei momenti in cui nei tg viene detto che statisticamente il virus aggredisce un po’ meno la somma dei numeri.

MORTI PER CORONAVIRUS VENEZIA E PROVINCIA
Decessi si sono verificati negli ospedali di Mestre, Dolo, Chioggia e Jesolo, a cui si sommano due morti fuori provincia: a Mantova e Milano sono morte altre due veneziane, due donne nate in laguna e approdate in Lombardia per motivi diversi.

Sei persone sono morte tra sabato e ieri, alcuni di essi fino ad oggi non erano stati resi noti. Ecco il ferale elenco.
(categoria “virus cinese”)

Lucia Lionello, 81 anni, di Mestre, è deceduta domenica 22 marzo in terapia intensiva dell’Angelo di Mestre.

Eugenio Stefani 73 anni, originario di Pellestrina, è morto anch’egli domenica 22 marzo a Mestre. Ricoverato prima in Cardiologia e poi in Terapia Intensiva è spirato all’Angelo. Era presidente di Coppi Gazzera e titolare di una ditta.

Ermes Bordin, 84 anni, residente a Pianiga, è morto sabato 21 marzo nelle stanze dell’ospedale ‘Covid’ di Dolo.

Antonio Garbin, 80 anni, residente a Valli di Chioggia, è morto lunedì 23 marzo sempre a Dolo. Antonio Garbin è il terzo morto di competenza geografica chioggiotta.

Tiozzo Brasiola, 80 anni, residente a Chioggia, è morta lunedì 23 marzo all’ospedale Civile di Venezia.

Mario Stefenel, 81 anni, residente a San Donà di Piave, è spirato anch’egli lunedì 23 marzo all’ospedale di Jesolo.

All’elenco si aggiungono altri due nomi ‘veneziani’ registrati fuori regione. Il primo ancora più doloroso perché riguarda una donna veneziana ancora giovane e per le modalità del decesso.

Arianna Busetto, 46 anni, originaria di Murano, è morta lunedì 23 marzo in un letto d’ospedale di Mantova. La donna aveva postato su Facebook appena quattro giorni fa: «Quando guarirò mi inviterete tutti a cena!». Arianna oggi è la vittima veneziana più giovane correlata al coronavirus. La ragazza, buona e gioviale, di recente aveva scoperto di avere qualche problema cardiologico. Qualche giorno fa il virus e il ricovero. I genitori, tuttora residenti nell’isola di Murano, nelle ultime ore non riuscivano più a contattare la figlia, che invece normalmente si faceva sentire spesso. Anche i tentativi di avere notizie dall’ospedale non ottenevano alcun esito. Quando i carabinieri hanno suonato alla loro porta ieri sono precipitati nell’abisso della disperazione, il cuore della figlia aveva ceduto.

Carla Nani Mocenigo, 83 anni, contessa di origine veneziana, chiude il terribile elenco. E’ deceduta sabato 21 marzo a Milano.

L’Istituto Superiore di Sanità, inoltre, ieri ha comunicato ufficialmente che L.B., 84 anni, residente nel sestiere di San Marco e morto al Civile di Venezia e Danila Voltolina, 92 anni, di Chioggia, morta domenica 22 marzo a Dolo, sono decessi causati da Covid 19 con certezza.

Sono quindi 39 ad oggi le vittime del virus a Venezia e provincia.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Dunque il covid 19 è un virus influenzale il quale come tanti altri virus minaccia la salute di chi purtroppo è già debilitato per pregresse patologie o per l’età avanzata. Cioè quello che con gran dispiacere succede di norma ogni giorno della nostra mera esistenza.
    Dunque perché hanno bloccato l’Italia invece fornire adeguate informazioni, perché dichiarare morte trentamila anime di covid 19 mentre era una concausa? Far fallire mezza Italia per quale motivo? Evito di proseguire il discorso tanto a buon intenditor poche parole.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Il Mose vince: Venezia “asciutta”. Perché la conferma tarda ad arrivare

L'acqua alta a Venezia non è arrivata: la marea ha toccato a Lido 138 cm. ma le paratie del Mose alle 18.40 di lunedì erano già issate

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.