Coronavirus, nuovi focolai. A Padova tre stranieri rifiutano il ricovero

ultimo aggiornamento: 17/07/2020 ore 15:19

2980

coronavirus venezia no nuovi casi morto mira

Coronavirus, così non va. Lo aveva detto anche il presidente Zaia qualche giorno fa. Dopo un percorso molto pesante iniziato il 21 febbraio è difficile accettare senza reazioni la situazione attuale.
Venezia e provincia contano 57 nuovi casi in 24 ore. All’interno di essi le 43 positività accertate nella sede della Croce rossa di Jesolo.

Nel Veneziano a destare più preoccupazione è proprio il Veneto Orientale e, registrati i festeggiamenti per la chiusura del reparto “Covid” dell’ospedale di Jesolo a giugno, giungono voci di ulteriori ricoveri e casi nei giorni successivi la chiusura.


Dalla scorsa settimana le persone in isolamento domiciliare sono aumentate ancora arrivando ora a 253.

VENETO
57 nuovi casi nelle ultime ventiquattr’ore in Veneto. Per essere precisi occorre sommare i 23 segnalati nel bollettino della mattina ai 34 del bollettino. La specifica è opportuna perché spesso si prende a riferimento sempre solo quello delle 17 “perdendo” i casi segnalati nella mattina.

Tre casi, ancora di stranieri, sono stati segnalati a Padova. Presentavano sintomi lievi, tanto che hanno rifiutato il ricovero promettendo di rimanere in isolamento domiciliare.


Sono 488 gli attualmente positivi in Veneto. 137 le persone ricoverate negli ospedali veneti di cui 9 nelle rianimazioni.

MIGRANTI POSITIVI NEL CENTRO DELLA CROCE ROSSA DI JESOLO
E’ il nuovo, importante, focolaio veneto “di giornata”.
Al villaggio della Croce Rossa di Jesolo 42 immigrati di origine africana (più un operatore della struttura) sono risultati positivi. Sono asintomatici, nessuno di loro è grave. Nel centro alloggiano 127 richiedenti asilo.

Le persone risultate infette saranno ora trasferite dalla Croce Rossa in altre strutture protette, mentre altre 85, negative al tampone, rimarranno in isolamento nella sede jesolana.

Fra 7 giorni tutti saranno sottoposti ad altro test di conferma, e dopo altri 7 giorni effettueranno un terzo tampone.

Per Jesolo, spiaggia record d’Italia per presenze turistiche, una ‘allerta rossa’ nel pieno di una stagione estiva appena partita dopo lo stop del lockdown. Così il sindaco, Valerio Zoggia, ha chiesto e ottenuto dalla Questura di Venezia un presidio fisso di forze dell’ordine, sia all’ingresso che nella parte del villaggio che dà sulla spiaggia, separata da una recinzione.

SALGONO CONTAGI A LIVELLO NAZIONALE
Aumnetano i contagi da coronavirus in Italia, mentre i morti salgono oltre il muro dei 35 mila.

Sono 230 i nuovi contagiati da Covid nelle ultime 24 ore in Italia, in aumento rispetto ai 162 del giorno precedente.

Le vittime sono invece 20, anch’esse in aumento dopo le 13 del precedente.

I casi totali salgono a 243.736, i morti arrivano oltre la soglia dei 35 mila (35.017 per la precisione).

Gli attualmente positivi sono ora 12.473.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

2 persone hanno commentato questa notizia

Please enter your comment!
Please enter your name here