Coronavirus, impennata dei contagi. Veneto in testa per nuovi casi

ultima modifica: 21/08/2020 ore 07:07

2627

Fase 2: cosa succede in Veneto da lunedì

sponsor

Coronavirus, impennata dei contagi secondo gli ultimi dati del Ministero della Salute (aggiornamento di giovedì sera). Si parla dei dati delle ultime 24 ore che mostrano, tra l’altro, come in Veneto vi sia il maggior numero di aumenti di nuovi casi.

sponsor

Con l’aggiornamento di oggi si conferma quindi l’impennata di contagi per il Covid.
Sono 845 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore: 203 in più rispetto ai 642 del report precedente.

Sei i morti a fronte dei 7 registrati mercoledì per un totale di 35.418 decessi.


In Veneto (+159), Lombardia (+154) e Lazio (+115) i maggiori incrementi di contagiati.

VENETO
Confermati 159 casi di positività al Covid registrati in Veneto nelle ultime 24 ore.
Il dato complessivo dei contagi sale a 21.534 dall’inizio dell’epidemia.

Questo quanto indicato nel bollettino della Regione delle ore 17 di oggi. E’ uno balzi più alti nei nuovi infetti dalla fine de lockdown, cioè dal 18 maggio scorso.

Il maggior numero di casi riguarda la provincia di Treviso, (+91) con un nuovo focolaio in un’azienda di carni, e 25 turisti trovati contagiati al rientro dalla Croazia.

Si conta anche una nuova vittima nella nostra regione, che porta il totale dei decessi in Veneto a 2.100.

Le persone attualmente positive sono 1.789, i soggetti in isolamento 6.565.

ISTITUTO SUPERIORE DELLA SANITA’
“Nuovo aumento dei casi, fondamentale mantenere misure di precauzione”.
E’ questo quanto si legge nel Monitoraggio settimanale del Ministero della Salute e dell’Istituto superiore di Sanità in relazione all’andamento dei contagi da Sars-Cov2.

Il periodo preso in considerazione va dal 10 al 16 agosto 2020.
“Viene confermato un aumento nei nuovi casi segnalati in Italia per la terza settimana consecutiva – si legge nel report -con una incidenza cumulativa (dati flusso ISS) negli ultimi 14 giorni (periodo 03/8-16/8) di 9.65 per 100 000 abitanti, in aumento dal periodo 6/7-19/7 e simile ai livelli osservati all’inizio di giugno”.

“La maggior parte dei casi è stata contratta sul territorio nazionale, mentre risulta importato da stato estero il 28,3% dei nuovi casi diagnosticati nella settimana di monitoraggio”.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here