Coronavirus, il giorno più nero del veneziano: più di un ricovero all’ora

ultimo aggiornamento: 15/03/2020 ore 10:09

15263

coronavirus giorno nero veneziano 1 ricovero all'ora

Coronavirus, il giorno più nero per gli ospedali di Venezia e provincia. Mai come ieri: giovedì 12 marzo, facendo le differenze con il bollettino del giorno precedente, ha visto 40 nuove persone ricoverate. Non contagiati o trovati positivi, quello è un altro dato, qui si parla di persone che vanno ad occupare un letto in un ospedale del veneziano.
40 nuovi ricoveri in un giorno distribuiti sulle 24 ore significa 1,6 ricoveri ogni ora, notte compresa. Da qui si capisce il tono grave e preoccupato del governatore Luca Zaia in uno dei suoi ultimi messaggi: “Care venete, cari veneti, presto non ci sarà più posto negli ospedali: state a casa!”. Ovvio che le strutture sanitarie devono cercare di dare una risposta in ogni caso, quindi una soluzione accettabile si cercherà e si troverà in qualsiasi situazione, ma le parole del presidente descrivono una situazione drammatica sulla base dei modelli predittivi.

RICOVERI PER CORONAVIRUS NEL VENEZIANO
L’Ulss 3 Serenissima è in sofferenza: ben 94 le persone ricoverate. All’Ospedale dell’Angelo di Mestre sono 47 i ricoveri. Il dato più eclatante oggi riguarda l’ospedale di Mirano dove mercoledì erano ricoverate dieci persone e ieri invece erano 25. Non sono ovviamente solo cittadini del Miranese, gli ospedali, infatti, stanno ‘distribuendo’ i ricoveri per razionalizzare l’assistenza.
Il dato nuovo, inoltre, parla di tre ricoverati in terapia intensiva all’ospedale di Jesolo, mentre è certa ora la positività di un’infermiera di Portogruaro. Fortunatamente la dipendente era assente dal lavoro da qualche giorno per influenza e il restante personale del reparto è risultato negativo.

DIPENDENTI
Il Comune di Venezia ha deciso di concedere ferie e permessi al personale fino a martedì. Circa 2000 dipendenti rimarranno a casa. Resta a presidiare personale dirigente e un numero minimo di dipendenti per i servizi fondamentali.
Dopo le 2 ore di ieri, oggi i lavoratori della Fincantieri faranno sciopero per tutta la giornata. La protesta riguarda sia dei circa mille dipendenti diretti dei cantieri navali che gli oltre 3 mila dipendenti delle imprese d’appalto

IL DECRETO: A SPINEA DENUNCIATO PRETE PER UN FUNERALE
Il parroco della parrocchia di San Vito e Modesto di Spinea (Venezia), don Riccardo Zanchin, è stato denunciato per aver organizzato un funerale. La funzione, che era ancora nella strada verso il cimitero, è stata fermata e sono arrivati i carabinieri. Denunciato anche l’impresario di un’azienda funebre concorrente che aveva segnalato la cosa perché si trovava sul posto senza avere giustificato motivo per essere in strada.

RICOVERI VENEZIA E MESTRE (situazione aggiornata al 12 marzo)
Ospedale dell’Angelo di Mestre:
33 persone ricoverate in area non critica (+14)
14 persone ricoverate in terapia intensiva (+1)
4 persone decedute (=)
1 dimissione (=)

Ospedale Civile di Venezia
10 persone ricoverate in area non critica (+2)
5 persone ricoverate in terapia intensiva (+2)
1 persona deceduta (=)
2 dimissioni (=)

Ospedale di Mirano
16 persone ricoverate in area non critica
9 persone ricoverate in terapia intensiva

Ospedale di Dolo
6 persone ricoverate in area non critica

Ospedale di Chioggia
1 persona ricoverata in area non critica

Ospedale di Jesolo
5 persone ricoverate in area non critica (+4)
3 persone ricoverate in terapia intensiva (+3)

(categoria “virus cinese”)

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here