pubblicità
pubblicità
13.5 C
Venezia
venerdì 16 Aprile 2021
HomeVenezia cittàConsiglio Comunale thriller: lacrime per il sindaco di Venezia che abbandona l'aula

Consiglio Comunale thriller: lacrime per il sindaco di Venezia che abbandona l’aula

Il Consiglio comunale approva il bilancio di previsione 2018-2020

Consiglio comunale di Venezia ad alto tasso di emozione quello tenutosi ieri a Mestre.
Un appuntamento con uno show del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro il quale, parlando del progetto per realizzare il nuovo palazzetto dello sport per la Reyer, società di basket di cui è il patron, non ha trattenuto la commozione, e alla fine ha abbandonato l’aula lasciando sul bancone la Coppa dello scudetto vinto dal club nel 2017.

Al centro del dibattito – il consiglio straordinario era stato chiesto dalle opposizioni – il delicato progetto di utilizzo dell’area dei Pili, a ridosso del Ponte della Libertà, una zona di 40 ettari, acquisita nel 2006 dallo stesso Brugnaro (prima di diventare sindaco) ad un’asta pubblica per 5 milioni di euro.

Un’area su cui ora la società Porta di Venezia spa, di proprietà di Brugnaro, ma inserita nel blind trust creato sindaco-imprenditore per evitare conflitti di interesse, spinge per realizzare appunto il nuovo palazzetto della Reyer, da 15mila posti.

A complicare la situazione il fatto che sull’area dei Pili vi sarebbe l’interesse di imprenditori cinesi che hanno già fatto importanti investimenti a Venezia.

In un discorso appassionato, durato oltre un’ora, Brugnaro ha ribadito che non esiste allo stato un incarico per un progetto sui Pili, ma ha sottolineato che l’area è l’unica e la più indicata per realizzare il nuovo palazzetto.

Senza la nuova struttura sportiva, ha rimarcato il sindaco, la Umana Reyer – anche per le nuove regole fissate dalla Federazione pallacanestro, rischierebbe di dover lasciare Venezia e disputare il prossimo campionato a Trieste o Bologna.

“Per il Taliercio – (l’attuale palazzetto ndr) il tempo è scaduto, i Pili sono l’unica soluzione per una struttura che la città aspetta da anni” ha detto Brugnaro, cercando di trattenere le lacrime.

Data prima pubblicazione della notizia:

2 persone hanno commentato

  1. http://video.corrieredelveneto.corriere.it/pili-ecco-come-rispondeva-brugnaro-2015/68de823a-0aad-11e8-96c6-5d8e9a5c00fc
    Il sindaco alla presentazione il 21 marzo 2015: “In quei terreni non farò nulla finché farò sindaco” –

    a Venexia se dise: “CANCHIE con un pugno ghe ne spaca mille”. E ADESSO come la FORNERO piange in diretta. ????????????basta così…No credo masa che el se meta a cucia soto el letto. Quante gente ha fatto piangere Brugnaro? Che miseria! SI PUO’ INSEGNARE IL PUDORE? Dopo la Fornero mancava Brugnaro.

  2. Poesia di giornata

    Oggi:
    duemila e diciotto;
    è
    martedì grasso.

    Tutto grasso che cola.

    Effetti collaterali:
    leggero dimagrimento di vita.
    Salutare e soddisfacente
    per la salute.

    Nonostante tutto
    e
    considerato l’insieme.

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
sponsor
spot