giovedì 27 Gennaio 2022
1.6 C
Venezia

Comunali 2020, Lista Sitran riparte dallo «scorporo del Comune unico»

HomeElezioni Comunali VeneziaComunali 2020, Lista Sitran riparte dallo «scorporo del Comune unico»
Comunali 2020, Lista Sitran riparte dallo «scorporo del Comune unico»
L’avvocato Marco Sitran, in piedi, alla presentazione della sua lista per le Comunali di Venezia 2020

Al 18esimo piano dell’Hybrid Tower di via Torino a Mestre l’avvocato Marco Sitran si è presentato come candidato sindaco di Venezia alle comunali del prossimo settembre oggi, lunedì 13 luglio.

Lista, programma e candidati presentati in un solo giorno. Venezia, Mestre e Marghera al centro del disegno politico, città legate per storia e tradizioni ma così diverse. Tenute sotto un’unica guida politico-economica e come parte di un unico Comune, quando l’amministrazione avrebbe dovuto tenerle distinte fin dai tempi della rottura fra il sindaco Brugnaro e la lista di Gian Angelo Bellati, alle amministrative precedenti, ricorda Sitran.

Il primo cittadino uscente diventò anche sindaco metropolitano di fatto svuotando, dice Sitran, questo livello istituzionale delle sue potenzialità, in termini di decentramento politico. Oggi Gian Angelo Bellati è alla Hybrid Tower a sostegno dell’avvocato. C’è anche Maria Laura Faccini, di recente a capo di un suo comitato, da sempre a sostegno dell’autonomia della terraferma. Nell’autunno del 2019 lei, Bellati e Sitran fra altri sostennero assieme il referendum per la separazione di Venezia e Mestre. Le fila del discorso per Sitran vanno riprese da lì.

«Crediamo in coloro che ci hanno sostenuto», dice. L’amministrazione deve perseguire orientamenti diversificati e adeguati alla soddisfazione delle diverse esigenze presenti nella popolazione di ogni singola realtà, si legge nel programma. «Occorre dare smalto e rappresentatività alla Città Metropolitana», spiega Sitran, la cui autodeterminazione resta imprigionata ai livelli istituzionali superiori, cioè la Regione della Lega, che dovrebbe avere solo un ruolo di coordinamento degli enti locali.

IL PROGRAMMA E L’AUTONOMIA
Il secondo livello istituzionale per Sitran è rimasto finora chiuso in un cassetto, insieme all’elezione diretta degli organi che è il presupposto per uno sviluppo sostenibile e la nascita di infrastrutture veloci per collegare realtà autonome: «una grande area metropolitana che connette i vari centri, Venezia, Mestre e Marghera – per Sitran – previo scorporo del grande Comune. Così si creano le premesse per lo Statuto speciale».

Oltre al sindaco di Venezia, sono previsti nella Lista Sitran due pro-sindaci per Mestre e Marghera e bilanci separati. «Il vero federalismo passa dall’autonomia dei Comuni. Salva Venezia e salverai il mondo», il motto del candidato che vede nella città lagunare la sede ideale di un’agenzia che tuteli l’ambiente, «non museo a cielo aperto e pietre da preservare per un turismo distratto».

marco sitran candidato sindaco nostra 680
L’avvocato Marco Sitran (al centro, in piedi)

Porto Marghera va riconvertita e rivalutata, «abbiamo il primato di morti per overdose, vorremmo trasformarla in una nuova cittadella del cinema a livello europeo». Sì al turismo, ma quello dell’accoglienza qualificata, spiega, e non come unica fonte di reddito: il Covid ha mostrato cosa accade senza alternative.

«Sì alla residenzialità, che si sviluppa favorendo artigianato e imprese locali anche a Venezia, con contributi a fondo perduto fino a 200 mila euro all’anno ogni tre anni. No alla nascita di altri residence – dice Sitran – la Vida, l’area ex gasometri e l’orto botanico sono forzature del piano regolatore, pezzi di Venezia sottratti alla venezianità».

La divisione del Comune è premessa per attivare la Città Metropolitana ed eleggere in maniera diretta gli organi dell’ente: è un passo necessario, premessa per il rispetto delle diversità dell’area metropolitana», dice Sitran.

LA LISTA: PRIMI NOMI E RUOLI
Marco Sitran (candidato sindaco), Giancarlo Coluccio (assessore alle attività produttive), Eddy Fedato imprenditore, Sebastian Silvestri operatore del mercato ittico, Luca Sbrogiò odontotecnico, Simone Cingarlini ristoratore, Eugenia Rico scrittrice, Lionello Bagolin (assessore al turismo), Benedetta Bernabei operatrice culturale, Diego Perini autista delle ambulanze per il 118, Andrea Zinato docente universitario, Silvia Salmaso imprenditrice, Doriana Guidolin dipendente pubblica, Roberta Puccioni esecutore amministrativo, Giorgio Spanio imprenditore, Leo Messana operatore informatico, Luciana moglie di Fausto impiegata alberghiera e Gabriele Meazzo, imprenditore.

A.G.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

Cari mezzi di informazione e istituzioni, vi vorrei più educativi, più propositivi, più costruttivi, più trasparenti e più verità

Gentile Redazione Le mando questo mio semplice scritto veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie. Cari mezzi di informazione e istituzioni, vi vorrei più educativi, più propositivi, più costruttivi, più trasparenti e più verità. 1) Quando si parla di ambiente,...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

Salvi abitanti delle isole: possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base

"Salvi", si fa per dire, gli abitanti delle isole: è possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base fino al 10 febbraio. E' tutt'ora considerata un'eccezione, quindi il nuovo documento parla dei soli motivi di salute e di studio, ma è sicuramente...

Infarto durante corsa: tragedia a Treviso. Ha 12 anni

Momenti grande paura oggi per un ragazzo di 12 anni colpito da un arresto cardiaco mentre stava correndo una marcia campestre a Vittorio Veneto, nel trevigiano. Il giovane atleta, iscritto alle Fiamme Oro di Padova, è stato visto barcollare e poi...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

Capodanno 2022 a Venezia e divieti: feste private con balli fino al mattino

“La serata continuerà fino alle 4:00”, “festa open bar dopocena”, “Dj set dance, revival, house”: con questi e altri slogan vengono pubblicizzati i vari party di Capodanno in programma nei palazzi e negli hotel di Venezia. Nonostante la “stretta” del Governo che...

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...