Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
13.2C
Venezia
mercoledì 03 Marzo 2021
HomeForze dell'OrdineColpisce gli agenti per scappare al controllo. La settimana della Polfer

Colpisce gli agenti per scappare al controllo. La settimana della Polfer

Colpisce gli agenti per scappare al controllo in stazione. E’ solo uno degli episodi che gli agenti della Polfer hanno affrontato nell’ultima settimana.
In una settimana ci sono state 2.240 persone controllate, di cui 10 indagati a vario titolo, 231 servizi di prevenzione e repressione dei reati nelle stazioni, 12 servizi antiborseggio in abiti civili, 27 servizi di vigilanza a bordo dei convogli e 25 pattugliamenti lungo linea, nelle tratte ferroviarie di competenza. E’ questo il bilancio dell’attività del personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto, nella settimana dall’11 al 17 gennaio.
Il personale della Sezione di Polizia Ferroviaria di Mestre ha denunciato all’Autorità Giudiziaria un 22enne trovato in possesso di oggetti atti allo scasso, successivamente posti sotto sequestro.
Inoltre, gli agenti hanno indagato un 31enne per il reato di resistenza e violenza a Pubblico

Ufficiale.
L’uomo, che stava transitando nel sottopasso pedonale della stazione, alla vista degli operatori Polfer, ha cercato di allontanarsi frettolosamente, palesando segni di nervosismo. Fermato per un controllo, ha spintonato con forza gli operatori guadagnando la fuga verso la stazione, una volta raggiunto ha continuato a cercare di divincolarsi e li ha ripetutamente colpiti.
Dagli accertamenti esperiti negli uffici polfer, dove l’uomo è stato accompagnato sono emersi precedenti penali a suo carico per reati contro il patrimonio e la persona, nonché in materia di stupefacenti.
Durante i servizi di vigilanza nello scalo mestrino, gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno sanzionato
un 46enne, sorpreso mentre attraversava imprudentemente i binari, anziché servirsi del

sottopasso. A seguito dei controlli, l’uomo, di origine straniera, è risultato anche in posizione irregolare sul territorio nazionale e messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione della locale Questura, dove gli è stato notificato l’ordine del Questore di abbandonare lo Stato entro 7 giorni.
Nella settimana appena trascorsa è stata effettuata anche l’Operazione “Oro Rosso”, periodicamente disposta su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria per monitorare e contrastare gli episodi di furti di rame in ambito ferroviario, oltre che per verificare l’osservanza della normativa ambientale sullo smaltimento dei rifiuti particolari, come i metalli.

Sono state 17 le ispezioni eseguite ai depositi di rottami, dove è stato svolto un attento esame di tutti i materiali in giacenza, analizzandone la provenienza e la tipologia. Sono 22 le persone sottoposte a controllo identificativo per le quali è stata verificata la regolare presenza nei siti di stoccaggio e l’autorizzazione a conferire materiali ferrosi.
L’operazione, che ha visto impegnati 25 operatori Polfer, si è protratta per l’intera giornata di martedì 12 gennaio e ha interessato numerose località dell’ambito territoriale di competenza.

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.