martedì 18 Gennaio 2022
12.3 C
Venezia

Code per i tamponi a Venezia, l’Ulss: “Aumentiamo Giustinian, Lido, Pellestrina, Murano, Dolo e Mestre. Stiamo facendo il possibile”

Hometamponi e testCode per i tamponi a Venezia, l'Ulss: "Aumentiamo Giustinian, Lido, Pellestrina, Murano, Dolo e Mestre. Stiamo facendo il possibile"

Punti Tamponi in crisi: “Una pressione enorme, in particolare nella Venezia insulare”. Per questo l’Ulss 3 raschia il fondo e implementa nuove linee all’ex Giustinian, al Lido, a Pellestrina, a Murano, a Dolo e a Mestre. In Conferenza dei Sindaci l’Ulss 3 rafforza la collaborazione con le amministrazioni civiche e annuncia la collaborazione, già aperta, con le strutture sanitarie private del territorio.

“Stiamo vivendo in questi giorni – spiega il Direttore Generale Edgardo Contato – tutto quello che le altre aziende nel Veneto e in Italia stanno subendo, ovvero un afflusso enorme sui punti in cui si effettuano tamponi. Venezia è una città particolare, quindi queste situazioni sono ulteriormente amplificate”.

Incontrando la Conferenza dei Sindaci, il Direttore Generale ha sottolineato gli sforzi messi in campo: “Ci scusiamo con l’utenza che sta vivendo questi momenti insieme a noi, e nel contempo – ha spiegato – ringraziamo i nostri operatori, che stanno facendo ogni giorno uno sforzo ulteriore di fronte ad una marea montante. Occorre rendersi conto che ciò a cui ci troviamo di fronte oggi, con ben più di 2000 nuovi positivi giornalieri, è una situazione assolutamente non paragonabile con quanto accadeva solo un mese fa, quando i contagi erano dieci volte di meno; e nel frattempo paghiamo le difficoltà sul fronte del personale: anche noi abbiamo centinaia di operatori che, per via del Covid, non possono essere schierati nei servizi. Per questo è fondamentale un nuovo sforzo di collaborazione con le amministrazioni locali, per dare sollievo e risposta a questi problemi”.

“Preso atto delle nuove indicazioni che emergono a livello regionale e nazionale, stiamo coinvolgendo tutte le strutture operanti sul territorio con le loro risorse, ed in particolare le Farmacie e le strutture sanitarie private. Dall’esito di questa ricerca di collaborazione, potremo offrire alla cittadinanza a Venezia un nuovo punto tamponi presso l’Ospedale Fatebenefratelli, a cui si aggiungeranno le ulteriori soluzioni proposte dalle altre strutture locali che daranno la loro disponibilità”.

Nel frattempo l’Azienda sanitaria ha raddoppiato le linee operative all’ex Giustinian, valutando in che modo introdurre corsie differenziate. “L’evidente pressione sui punti più importanti rischia di far dimenticare che l’Ulss 3 Serenissima con i suoi operatori – sottolineato il Direttore Generale parlando ai Sindaci – è impegnata su molti fronti anche locali: a Pellestrina, ad esempio, i nostri operatori vanno a potenziare l’attività della Farmacia locale; al Lido di Venezia stiamo raddoppiando l’offerta di tamponi con la collaborazione dell’IRCCS San Camillo; a Murano nella sola giornata di domani effettueremo 450 tamponi in loco, che si sommano ai 45 accessi a domicilio per tamponi che le nostre USCA stanno facendo ogni giorno”.

In proposito, la collaborazione con le autorità locali è fondamentale sia nella città storica che in ogni altra parte del territorio: “E’ proprio in dialogo con l’Amministrazione Civica – ha concluso il Direttore Contato – che stiamo individuando, per il territorio di Mestre, una nuova area in cui installare un drive through, liberando dalla pressione eccessiva la zona di Piazzale Giustiniani alla Cipressina e la viabilità dell’area. Nell’area di Dolo, abbiamo individuato una postazione decentrata, in zona industriale, dove collocare le nostre Unità Mobili, con l’obiettivo di scaricare in parte la pressione sul drive through operativo all’Ospedale”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Purtroppo i nostri governanti si sono fatti abbindolare da quella parte della comunità scientifica che sosteneva la soluzione del problema nella vaccinazione di massa. Tanti medici avevano previsto questa situazione disastrosa, ma i virologi star della TV avevano bollato queste prese di posizioni come disfattiste.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Il Mose funziona ma a Venezia si perdono ‘barene’

Nella Laguna di Venezia l'apporto di sedimenti, che permette alle barene (terre semi emerse con sedimenti spugnosi) di tenere il passo con l'innalzamento del livello del mare, avviene prevalentemente durante eventi dell'acqua alta. Se da un lato l'utilizzo del sistema Mose...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Mauro da Mantova è morto. L’ospite della trasmissione ‘La Zanzara’ non ce l’ha fatta

Mauro da Mantova è morto ieri a Verona. Era ricoverato dal 10 dicembre, quasi subito era entrato in condizioni critiche e, alla fine, non c'è stato niente da fare. Mauro da Mantova, "ospite-incursore" della trasmissione radiofonica "La Zanzara" è spirato all’ospedale Borgo...

Scavi nella laguna di Venezia: le posizioni contrapposte

Scavi nella laguna di Venezia: posizioni contrapposte fra Ambientalisti e Corila. Ma alla fine della diatriba l’ultima parola l’avrà il VAS (valutazione d’impatto ambientale) che sugli scavi in laguna ha già espresso e motivato il suo giudizio negativo che collima e...

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri