Ciao Valeria. Sans paroles

ultimo aggiornamento: 27/11/2015 ore 06:28

241

Il sole oggi ha illuminato la Piazza e Venezia come per mettere il saluto a Valeria sotto la luce migliore, dopo giorni di nebbia fuori e di dolorosa umidità dentro ai cuori.
Potremmo dirvi quello che è successo, raccontare i discorsi fatti, ma di parole ne sono state dette tante e in tanti hanno già parlato.
In tutti noi resta solo un grande dolore, come fosse per aver perso una figlia o una sorella davvero, a seconda dell’età che abbiamo. Un dolore consapevole, perché stiamo guardando una tragedia che poteva capitare ad ognuno di noi. E’ bene ricordare quanto la casualità giochi un ruolo crudele quando siamo tutti i giorni occupati dalle cose effimere della vita.
Crudele tanto quanto il destino che ha interrotto questa giovane vita.
Preferiamo non raccontare niente della giornata di oggi, quindi, proponendovi solo delle immagini mentre ci raccogliamo in un doloroso silenzio. Vero, non retorico.
Ciao Valeria

Paolo Pradolin
24/11/2015


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here