-2.9 C
Venezia
giovedì 28 Gennaio 2021

Chimaera, batterio killer dei macchinari ospedalieri: primo caso da noi. E’ un veneziano

Home Morti misteriose Chimaera, batterio killer dei macchinari ospedalieri: primo caso da noi. E' un veneziano
sponsor

Chimaera, batterio killer dei macchinari ospedalieri: primo caso da noi. E' un veneziano

sponsor

Chimaera è un batterio killer che si può annidare nei macchinari ospedalieri normalmente usati per tenere in vita i pazienti (ad esempio sotto anestesia durante interventi chirurgici d’elezione). Fino ad oggi si erano contati alcuni casi in Veneto, ma ora arriva purtroppo la notizia che il batterio ha colpito anche un paziente veneziano.

commercial

La vicenda.
Chimaera è un microbatterio che si annida nel macchinario che assicura la circolazione extracorporea durante gli interventi di cardiochirurgia.
Questo batterio è stato ritenuto all’origine del decesso del dottor Paolo Demo, 66 anni, morto lo scorso 2 novembre dopo un calvario di sofferenze all’ospedale di Vicenza. Era stato lo stesso medico, prima di morire, a indagare sull’origine dell’infezione che lo stava uccidendo.
Operato nel gennaio 2016, e rioperato a dicembre 2017, Demo aveva lasciato al suo legale, Pier Carlo Scarlassara, i documenti che rivelavano l’esistenza del batterio killer per approfondire l’accaduto.
Il decesso del medico aveva lanciato pubblicamente l’allarme.

Il dubbio del dottor Demo, fino a pochi giorni prima del decesso, riguardava non solo la sua stessa sorte, ma anche quella di 900 pazienti che ogni anno si sottopongono a cardiochirurgia. Il batterio chimera, infatti, ha una latenza che va da uno a cinque anni.
Fino all’ultimo, il dottor Demo si è comportato da medico. Era più preoccupato di altre persone che, come lui, potevano essere state infettate, che di se stesso.

Il batterio.
Chimaera è un batterio insidioso da scoprire e da “trattare”. Si tratta di un pericoloso patogeno che alberga nei serbatoi di raffreddamento delle attrezzature medicali.
Le analisi per accertare la sua presenza sono particolarmente laboriose. Il patogeno potrebbe essere presente nell’acqua utilizzata dai circuiti del dispositivo, quindi potrebbe essere disperso attraverso l’areazione generata dai macchinari stessi in sala operatoria. A questo punto può cadere nell’organismo del paziente durante l’operazione chirurgica. Per la diagnosi sono necessari un prelievo di sangue e una lunga serie di analisi.

I contagi fino ad oggi.
Padova, Treviso, Vicenza e Verona, sono già stati toccati dall’emergenza “batterio killer”. Sono sei i decessi per Chimaera finora in Veneto.
Emergenza che poi si è estesa all’Emilia Romagna, dove risultano 5 decessi legati al batterio e due pazienti oggi seguiti e trattati con trattamento farmacologico.
Emergenza che aveva risparmiato il nostro territorio: nessun caso, infatti, era stato segnalato nel veneziano. Fino ad oggi.

Paziente veneziano.
Tra tutti i pazienti “attenzionati”, in quanto a rischio contagio, in Veneto tra il 1 gennaio 2010 e il 31 dicembre 2017, ce n’è uno operato a cuore aperto in una Cardiochirurgia dell’Ulss 3 Serenissima che ha dato riscontro positivo.
L’uomo è ricoverato all’ospedale di Treviso.
La notizia non è assolutamente di secondo piano in quanto fino ad oggi la nostra Ulss non aveva segnalazioni di pazienti infettati, mentre ora invece si apre un nuovo scenario.

L’uomo, veneziano, si sarebbe rivolto all’ospedale Ca’Foncello di Treviso dopo aver ricevuto la lettera di richiamo inviata a tutti i 10 mila cittadini operati in Veneto tra il 2010 e il 2017 a scopo precauzionale.
Il paziente avrebbe dichiarato di aver già manifestato alcuni sintomi ed è così che l’Usl di Marca ha provveduto a informare le autorità sanitarie veneziane.
Intanto il paziente è sotto terapia farmacologica e antibiotica per debellare il germe.
Il ricovero del paziente veneziano assume un’importanza essenziale perchè si riteneva – erroneamente fino ad oggi – che la Asl veneziana avesse in dotazione macchinari non toccati dal problema del batterio killer. Evidentemente non è così.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Altro bambino di 9 anni muore con la corda al collo. Social, sfida, gioco: qual è la matrice di questa follia?

Un altro bambino, questa volta di 9 anni, è morto impiccato in casa. Espressione dura che descrive tutta la crudezza di questa follia che...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati
sponsor

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

All’esame di guida con l’equipaggiamento da spia: due suggeritori fuori davano risposte

A quanto pare in questo periodo gli stranieri le studiano tutte per superare l'esame di scuola guida senza la fatica di imparare. Dopo il nigeriano...

Il virus si fa ancora sentire: +14 terapie intensive. Esperto: un altro stop sarebbe meglio

Andamento Covid oggi: il virus si fa ancora sentire. +11.629 casi e 299 i morti in 24 ore. +14 i ricoveri nelle terapie intensive. Gli...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...
commercial

Andamento pandemia: casi in crescita oggi del 50%

Andamento pandemia in piena fase altalenante. Dopo un trend che tutti avevano definito 'di regressione' tornano ad aumentare i numeri oggi. Sono 15.204 i test...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Anziana in stato confusionale voleva buttarsi in acqua di notte alle Fondamente Nove

Delicato intervento della Polizia di Stato alle tre di notte tra domenica e lunedì. Il soccorso ha riguardato una anziana signora che sembrava volersi buttare...

Tagli agli stipendi per pandemia, dipendenti Actv sul piede di guerra

Tagli agli stipendi Actv a causa della pandemia. In realtà, non veri e propri 'tagli', bensì voci integrative che non possono più essere assicurate. Si...

Piazza Ferretto: sfonda vetrina con un tombino per rubare bottiglie esposte

Una pattuglia del Reggimento Lagunari Serenissima, impegnata nel servizio Strade Sicure, ha bloccato ieri sera un uomo che dopo aver sfondato la vetrina di...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.