lunedì 17 Gennaio 2022
2.6 C
Venezia

Ma cos’è Lungomare Marconi, per noi la spiaggia era San Nicoeto

HomeCesare Colonnese e il CalderinoMa cos'è Lungomare Marconi, per noi la spiaggia era San Nicoeto

cappe lunghe, si correva a far la doccia, dopo aver messo le cappe in compagnia dei peoci pescati la mattina.

La pelle profumava di salsedine e la doccia serviva anche a togliere quel fastidioso appiccichìo che si provava nel mettere la maglietta sulla pelle salata. Un po’ di bagnoschiuma, una rinfrescata e di nuovo in capanna, con un panino in mano. Nutella, marmellata, affettato, ma si doveva mangiare.

L’aria era calda, ma il vento confondeva la temperatura e sembrava fosse sempre fresco. Eravamo noi, con la nostra spensieratezza a vedere solo il lato bello delle cose.

Pian piano il sole si allontanava da noi ed erano le ore piu’ belle della giornata. Si giocava in riva al mare a tamburelli, si tornava a nuotare, si andava al largo col materassino. Fin quando le persone si alzavano una ad una una, come in un rito che si ripeteva ogni giorno per tutta l’estate alla stessa ora.
Poi si chinavano, con due dita prendevano l’asciugamano e dopo essersi girati di spalle lo sbattevano per togliere tutta la sabbia.

Uno alla volta si dileguavano tra le capanne e pian piano la spiaggia rimaneva disabitata e silenziosa.
Rimanevano solo le orme di quelle giornate vissute, qualche castello di sabbia mezzo abbattuto dal mare e il suono magico e senza fine di quelle onde gia’ pronte a scandire, nel silenzio, la notte.

cesare colonnese columnist la voce di venezia

Cesare Colonnese

19/07/2015

Riproduzione vietata

(credits: photo by Karen Henderson)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Cesare Colonnese
Attore, autore della pagina umoristica del nostro Giornale. E' autore teatrale, commediografo, attore. Ha caratterizzato i suoi personaggi con una forte matrice pragmatica ed introspettiva, proponendo brani con un forte aggancio alla realta' che lo distacca dal far ridere 'fine a se stesso'.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

“L’attuale modello economico è basato sull’assembramento: la IV ondata ve la siete cercata”. Lettere

"Nessuno ha mai controllato il rispetto delle regole negli alberghi di Venezia"

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...