Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
8.8C
Venezia
venerdì 26 Febbraio 2021
HomeLettereCentro Donna di Venezia, lettera alla Vicesindaco Luciana Colle

Centro Donna di Venezia, lettera alla Vicesindaco Luciana Colle

Centro Donna di Venezia, lettera di Luciana Colle alla Vicesindaco

Qualsiasi cittadina (o cittadino) di questa città abbia seguito, con un minimo d’attenzione, in queste ultime settimane, la vicenda del “Centro Donna”, circa la decisione assunta dalla Giunta comunale, con la delibera 276 dello scorso 27 settembre, non può non aver letto con costernazione il comunicato stampa dell’Amministrazione Comunale del 15/11/2016: “Centro donna: destituite di fondamento le notizie in merito alla chiusura”, dove si afferma che “l’ipotetica notizia della chiusura del Centro Donna da parte dell’Amministrazione comunale […] è falsa e si diffida chiunque dal veicolare notizie prive di fondamento”.

Mi rivolgo a Lei, Vicesindaco Colle, a Lei che ha la delega alla Cittadinanza della Donne, per chiedere se Le pare che questi siano i toni con cui rivolgersi alle donne di questa città che si sono mobilitate a difesa di un’istituzione, come il “Centro Donna”, che tanto ha significato per la vita democratica della nostra città e che è stato, per le donne un laboratorio di “cittadinanza attiva” e che di fatto, sin dalla sua nascita, si è caratterizzato come luogo-simbolo della battaglia delle donne, della loro emancipazione, della loro libertà.

Mi rivolgo a Lei per chiedere come si fa a non capire che la delibera di Giunta del 27 settembre snatura il servizio, smantellando la sua unicità: con la biblioteca di genere che passa al sistema bibliotecario comunale (divenendo una biblioteca tra le tante e perdendo ogni specificità) ed il Centro Antiviolenza che viene conglobato nel Referato alle Politiche sociali. Come si fa a non comprendere che il contrasto alla violenza di genere e, in primis, una battaglia culturale? Che il femminicidio non è altro che la punta dell’iceberg di una violenza sommersa e diffusa? Come si può non capire che separare il Centro Antiviolenza dalla stretta connessione con il “Centro Donna” significa non assumere, neppure sotto un profilo simbolico, quanto riconosciuto dalla Convenzione di Istanbul e cioè che “la violenza contro le donne è una manifestazione dei rapporti di forza storicamente diseguali fra i sessi, che ha determinato discriminazioni e impedito la piena emancipazione”?

E Lei, in primis, vicesindaco Colle, che ha la delega Cittadinanza delle donne, come fa ad accettare che il Centro Antiviolenza non sia di Sua competenza? Come fa a ritenere che le donne di questa città possono esercitare appieno i loro “diritti di cittadinanza”, quando Lei non ha neppure la delega per occuparsi della violenza di genere, che è uno dei fondamentali meccanismi sociali attraverso cui le donne si trovano in posizione subordinata e costituisce il principale ostacolo al raggiungimento della parità dei sessi e, di conseguenza, all’esercizio di una cittadinanza attiva?

Renata Mannise
Comitato Promotore Sinistra Italiana Venezia

21/11/2016

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Una persona ha commentato

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Strangola il figlio di due anni e si suicida. Tragedia nel Trevigiano

Strangola il figlio di due anni e si suicida. Una tragedia esplode nel pomeriggio del sabato nella provincia di Treviso. Un padre di 43 anni...

Weekend, anche a Venezia assembramenti: ribellione o disinteresse?

Nonostante le prevedibili reazioni dei commentatori da social ("Fanno bene...", "Siamo stufi...", ecc..) che arriveranno, chi si occupa di cronaca non può tacere quanto...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Trambusto a Piazzale Roma: straniero si denuda in tram e aggredisce tutti

Si denuda a bordo del tram e poi aggredisce il conducente e gli agenti: arrestato dalla Polizia locale a Piazzale Roma. Protagonista uno straniero che...

Fuoco al ristorante cinese di San Marco. E’ la seconda volta in 3 giorni

Fuoco al ristorante cinese di San Marco. E' la seconda volta in 3 giorni che intervengono i vigili del fuoco nel ristorante cinese "Il...

Delfino spiaggiato a Sottomarina. Una rete da pesca nella laringe

Delfino spiaggiato a Sottomarina (Venezia): è il primo caso dell’anno sul litorale veneto. Una rete da pesca ritrovata nella laringe di un tursiope da parte degli esperti dell’Università di Padova.
spot

Coronavirus Venezia, numeri tornano oltre 100 nuovi casi in 24 ore

Coronavirus a Venezia e provincia che si mantiene in una situazione stazionaria nonostante il leggero aumento dei 'nuovi casi' dopo la tendenza positiva degli...

Ciclista trovato morto a bordo strada a Sernaglia, forse investito e non soccorso

Trovato morto ciclista a bordo strada questa mattina. Si tratta di un uomo di 45 anni. Il deceduto è stato scoperto un paio d'ore fa al...

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.