21.5 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Strangola il figlio di due anni e si suicida. Tragedia nel Trevigiano

Homeomicidio-suicidioStrangola il figlio di due anni e si suicida. Tragedia nel Trevigiano

Strangola il figlio di due anni e si suicida. Una tragedia esplode nel pomeriggio del sabato nella provincia di Treviso.
Un padre di 43 anni ha ucciso il proprio figlio, di due anni, e si è poi suicidato.
Il fatto è avvenuto a Castello di Godego, nel trevigiano.
A trovare i corpi è stato il nonno, che ha chiamato i carabinieri.
La madre, in quel momento, era fuori casa.

Pochi i dettagli resi noti della tragedia.
Il bambino, secondo i primi accertamenti, è stato strangolato dal padre, che poi si è tolto la vita, tagliandosi la gola con un coltello da cucina.
L’omicidio-suicidio si è consumato nel bagno di casa.
Teatro del disastro un appartamento al primo piano di una palazzina di tre, a Castello di Godego, dove il 43enne viveva assieme alla moglie, di origine romena.

L’uomo ha lasciato una lettera, di un paio di pagine, in cui spiega i motivi del terribile gesto che, secondo quanto si è appreso, sarebbero da ricondurre allo stato di salute del figlio.
Il matrimonio, hanno riferito amici e parenti della coppia, non aveva crepe dato che si trattava di una famiglia unita.
L’uomo lavorava in un’azienda di macchine impastatrici, la moglie era impiegata in una cooperativa trevigiana che presta servizi per gli ospedali.
Non ci sarebbero stati problemi economici.

L’unico pensiero che assillava il padre era per il figlio, pare a causa di un grave problema di salute, per il quale i medici non avevano potuto dare speranze di guarigione.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.