4.2 C
Venezia
domenica 05 Dicembre 2021

Casali, Bassi, Barbisan (Centro Destra Veneto): “Le promesse vanno mantenute. Il #crocifisso deve tornare nella cappella dell’Hospice Le Vette”

HomesocietàCasali, Bassi, Barbisan (Centro Destra Veneto): "Le promesse vanno mantenute. Il #crocifisso deve tornare nella cappella dell'Hospice Le Vette"
la notizia dopo la pubblicità

ragazzina aggreditia crocifisso

“Le promesse vanno mantenute. Soprattutto quando si dà la propria parola. Prima di Natale il Crocifisso della cappella dell’Hospice ‘Le Vette’ deve tornare”. Lo affermano i consiglieri di Centro Destra Veneto – Autonomia e Libertà Stefano Casali, Andrea Bassi e Fabiano Barbisan.

“Rimanemmo e siamo ancor oggi basiti per quanto accaduto a Feltre – spiegano i consiglieri – Lo scorso marzo lo storico Mario Gris aveva appreso la notizia da degli amici della mancanza del crocifisso della cappella, mentre all’interno della stessa erano presenti simboli e libri di altre religioni. Gris aveva subito segnalato il grave fatto alla direzione del Centro. La triste risposta non tardò ad arrivare: il cappellano si giustificò dicendo che per pregare non serviva la presenza del crocifisso. Pochi giorni dopo, il 30 marzo 2017 il Gazzettino riportava la comunicazione che la croce sarebbe tornata all’interno della struttura”.

“Tale annuncio non ha mai avuto il seguito sperato: quel crocifisso non è mai stato riposizionato nella cappella. Così cittadini e i famigliari delle persone ospitate si sono mobilitati per sensibilizzare anche il Papa. Vogliamo ancora una volta sottolineare il significato del crocifisso – puntualizzano i consiglieri del Centro Destra Veneto – quale simbolo di pace, di speranza, che incarna i valori sociali e culturali profondamente radicati nella nostra tradizione e storia. La storia che dovrebbe conoscere anche il cappellano dell’Hospice ‘Le Vette’. Il rispetto per le altre culture, non vede far dimenticare le nostre radici”.

“Nell’attesa che la richiesta venga evasa al più presto – concludono Casali, Bassi e Barbisan – ricordiamo che il Crocifisso, insieme al presepe, sono segni indiscutibili di una civiltà, valori, tradizioni che hanno contribuito nei secoli a formare la nostra società. Pertanto auspichiamo che la Direzione del Centro ”Le Vette” di Feltre ripristini, almeno entro Natale, quanto ha sottratto agli ammalati e ai loro famigliari”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...