Capodanno a Venezia: tutto bene. O meglio: come guardare solo dove si vuol vedere.

A metà via Garibaldi, ad esempio, un concerto sulla pubblica via a volumi incredibilmente alti (tanto che molti residenti che i sono confrontati il giorno dopo hanno tutti confermato che tremavano le finestre di casa con i balconi chiusi) iniziato alle 18,30 e proseguito fino a notte inoltrata, ha portato un grandissimo assembramento di persone – prima e dopo i fuochi – che beveva tranquillamente in strada direttamente da bottiglie di vetro di vino e birra, oppure con bicchieri, sempre di vetro, di bevande vendute dal bar organizzatore.

Che fine ha fatto qui l’Ordinanza del sindaco? Evidentemente esistono zone franche dove lo sguardo attento dell’amministrazione non arriva, una sorta di terra di Far West dove nessuno guarda.

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

Inutile infatti chiamare i vigili, anche nei particolari frangenti in cui qualcuno degli avventori ha lanciato bottiglie di vetro e in un altro paio di occasioni in cui gli astanti hanno sfiorato la rissa con giovani dagli animi particolarmente “riscaldati”: la polizia locale non si è vista. Verosimilmente sarà stata tutta impegnata a San Marco.

Ed ecco il commento del sindaco sul Capodanno a Venezia: “Il più sentito ringraziamento, della Città e mio personale all’imponente ed efficiente macchina organizzativa che ha coinvolto fin dal pomeriggio di ieri oltre 1.200 persone del Comune e delle società partecipate, a vari livelli, dagli operatori ai funzionari, fino ai dirigenti”.

“Poche le problematiche sul fronte dell’ordine pubblico. Ai 150 agenti di Polizia locale in servizio giornaliero si sono aggiunti altri 200 operatori nel corso della notte. In ausilio a Venezia anche 15 volontari della Protezione civile, coordinati da due funzionari”.

Forse tutti in servizio a San Marco e in Piazza Ferretto, dove si festeggiava. Certo non si venga a dire più presenze per la sicurezza nel territorio. Nemmeno su chiamata.

ULTIME NOTIZIE PUBBLICATE


2 persone hanno commentato questa notizia

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here