2.9 C
Venezia
venerdì 15 Gennaio 2021

Cannabis coltivata in casa: ora si può. Storica sentenza, che cambia tutto

Home cannabis Cannabis coltivata in casa: ora si può. Storica sentenza, che cambia tutto
sponsor

torta fatta in casa vicenza famiglia in ospedale

sponsor

Cannabis coltivata casa: ora è lecito. Una storica sentenza dalla Cassazione rende legali le piante di cannabis fatte crescere in casa.

commercial

Si tratta di una sentenza storica che, di fatto, non rende più reato coltivare in casa la cannabis, certo, con alcune avvertenze.

I presupposti sono quelli della quantità minima e dell’uso personale.

E’ una sentenza storica che cambia tutto il panorama di questo tipo di valutazioni. La decisione è delle sezioni unite penali della Cassazione che si sono espresse con una pronuncia che è destinata a non passare inosservata.

Secondo gli ‘ermellini’, che hanno preso la decisione il 19 dicembre scorso, “non costituiscono reato le attività di coltivazione di minime dimensioni svolte in forma domestica”. Se, raccomandano, “lo scarso numero di piante e il modesto quantitativo di prodotto ricavabile appaiono destinate in via esclusiva all’uso personale”.

Su questo tema in passato la Corte Costituzionale si era pronunciata più volte, stabilendo in linea di principio che la coltivazione della cannabis costituisce sempre un reato, al di là della quantità, dall’uso personale che se ne può fare e dalla presenza dei cosiddetti principi attivi.

Su quest’ultimo aspetto la Consulta ha sottolineato infatti il pericolo, sotto il profilo della salute, a cui possono andare incontro gli utilizzatori, nonché la creazione “potenziale di più occasioni di spaccio di droga”. E finora proprio a questo principio si era uniformata la Cassazione.

Ma con la nuova decisione i giudici della cassazione hanno stabilito che “il reato di coltivazione di stupefacenti è configurabile indipendentemente dalla quantità di principio attivo ricavabile nell’immediatezza” ma devono però “ritenersi escluse, in quanto non riconducibili all’ambito di applicazione della norma penale, le attività di coltivazione di minime dimensioni svolte in forma domestica, che, per le rudimentali tecniche utilizzate, lo scarso numero di piante, il modestissimo quantitativo di prodotto ricavabile, la mancanza di ulteriori indici di un loro inserimento nell’ambito del mercato degli stupefacenti, appaiono destinate in via esclusiva all’uso personale del coltivatore”.

La pronuncia ha preso le mosse dal caso di una persona che aveva fatto ricorso in Cassazione per l’annullamento di una condanna che riguardava la coltivazione di due piante di marijuana, una alta un metro con 18 rami e l’altra alta 1,15 metri e con 20 rami.

La notizia è stata accolta con favore dal mondo della politica, almeno a stare alle prime dichiarazioni.

Secondo il senatore M5S Matteo Mantero “la Cassazione ha aperto la strada, ora tocca a noi. Fino a questa storica sentenza comprare Cannabis dallo spacciatore, alimentando la criminalità e mettendo a rischio la propria salute con prodotti dubbi, non costituiva reato penale mentre coltivare alcune piante sul proprio balcone per uso personale poteva costare il carcere”.

Parla di “svolta positiva della Cassazione” anche il segretario di +Europa, Benedetto Della Vedova, secondo il quale la decisione degli ermellini sulla liceità della coltivazione domestica della cannabis “è piena di ragionevolezza”. E questo perché “si rompe un tabù. Ora andiamo avanti: con cannabis legale avremmo più sicurezza e miliardi per lo Stato sottratti alla criminalità”.

Soddisfatto anche Riccardo Magi, anch’egli di +Europa, che giudica come “una buona notizia natalizia” la sentenza della Cassazione che “ha fatto valere il buon senso e la logica con l’equiparazione della coltivazione per uso personale al consumo, ora tocca al Parlamento, dove sono depositate diverse proposte che vanno decisamente in questa direzione – tra cui la legge di iniziativa popolare ‘Legalizziamo’ promossa da Radicali italiani e Associazione Coscioni e una proposta di iniziativa parlamentare recentemente depositata con firme di deputati di diversi gruppi – per superare una normativa illogica e sbagliata”.

(per approfondire: cannabis “libera”)

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

La morte di Daiana, 28 anni, mentre cammina in Strada Nova, sconvolge Venezia

La morte di Daiana, 28 anni, ha sconvolto la città. Già quando si riferiva di un improvviso malore per la giovane donna, mentre si...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da...

Accoltellamento a Cannaregio, zona ex Umberto primo. Grave un uomo ferito all’addome

È successo oggi, sabato 9 gennaio, verso mezzogiorno. Per due uomini ospiti di un centro di accoglienza a Cannaregio 3143, in zona ex Umberto...

Veneto zona arancione, cosa cambia. Cosa si può fare

Veneto zona arancione. Nella spinosa situazione in cui non ha evidentemente voluto entrare il presidente Zaia, ci entrano i provvedimenti nazionali aggiustando l'Rt, sotto...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...
commercial

Coronavirus Venezia, quasi 10% di ricoveri in più in 3 giorni a Venezia e Mestre

Coronavirus Venezia e provincia che è ormai diventato come tirare i dadi ogni giorno. Al trend segnalato ieri con un leggero rallentamento dei numeri,...

Il virus torna a scuola: classi che riprendono subito fermate (due a Venezia)

La scuola è ripartita ma nella provincia di Venezia ben otto classi sono state fermate dopo la pausa natalizia. Sono quelle in cui ha...

È morto Ivone Pitteri della Taverna Brenta di Oriago

È scomparso ieri, domenica 10 gennaio, il titolare della Taverna Brenta di Oriago di Mira, Ivone Pitteri, a 60 anni. Era conosciuto e stimato....

Covid martedì in Veneto: numeri pesantissimi. Prima regione d’Italia per nuovi contagi

Covid oggi in Veneto che si apre con un dato molto pesante. Il numero dei morti per Covid-19 in Veneto registra oggi, martedì, 166 decessi...

Veneto in area Arancione: sospese linee 3 e 6 Actv

Il Veneto, come noto, diventa "zona arancione". Ciò comporta inevitabilmente anche conseguenze alla mobilità. Di pochi minuti fa l'avviso di Actv/Avm con cui si...

Veneto “arancione” oggi, ma a rischio zona rossa domani

Veneto "arancione", come abbiamo visto, ma esiste il rischio di finire addirittura in zona rossa con i numeri attuali per un molto probabile cambio...
sponsor

Venezia surreale per il covid. La basilica di San Marco diventa “faro”

Di Giorgia Pradolin E' un meraviglioso set a luci spente Piazza San Marco. Vuota e immersa nel silenzio, tranne l'eco di qualche passo sui masegni,...

8 e 9 gennaio, zona gialla e arancione: cosa si può fare oggi e nel week-end. Cosa cambia da lunedì 11

Zona arancione da domani, sabato 9 gennaio 2021. A causa dell'emergenza sanitaria da coronavirus, ancora per oggi i locali, bar e ristoranti, potranno restare...

Quando finisce il Grande Fratello VIP? La conferma di Signorini

Dopo un primo allungamento all'8 febbraio e le successive voci che parlavano di "finale il 15 febbraio", nell'ultima puntata di GF VIP Party Alfonso...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Dati Covid Veneto oggi in calo. Flor “gela” Crisanti

Dati del Covid in Veneto oggi in calo nel bollettino odierno della Regione del Veneto. I nuovi contagi nelle ultime 24 ore sono 1.715,...

Zaia conferma variante inglese ma non solo: “In Veneto 8 mutazioni”

Zaia conferma la variante inglese del virus: "Il virus non è più lo stesso di marzo. Nella mia regione i genetisti dell'Istituto zooprofilattico delle...
commercial

“Io non voglio vaccinarmi, cosa posso fare se mi obbligano?”. I consigli dell’avvocato

"Io non voglio vaccinarmi, ma al lavoro me lo impongono, posso essere licenziato?". "Mi hanno informato che dovrò vaccinarmi al lavoro, posso rifiutarmi?". Domande sempre...

Nuovo Dpcm: altra stretta, ma è scontro con le Regioni

Nuovo Dpcm, in arrivo un'altra stretta. Si andranno a modificare i coefficienti ma il focus sarà anti-movida con un ulteriore stop agli spostamenti. Il nuovo...

Crisanti: “Variante Inglese responsabile in Veneto? Bloccare Regione!”

Andrea Crisanti: "Variante Inglese responsabile in Veneto? Bloccare Regione subito!". Il professore di Microbiologia all'Universita' di Padova "legge" le ultime dichiarazioni del governatore Luca...

Coronavirus Venezia, altri 12 morti in un giorno. Ulss 3 Serenissima vaccina più di tutte

Coronavirus Venezia e provincia: numeri dei nuovi contagiati in calo rispetto alla media giornaliera. Un dato che da speranza nonostante la fisiologica diminuzione di...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti.

(Riceviamo e pubblichiamo). Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti. ...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.