31.8 C
Venezia
domenica 20 Giugno 2021

Cadavere madre mummificato in casa, il figlio la vegliava. Giallo a Torino

HomeIl GialloCadavere madre mummificato in casa, il figlio la vegliava. Giallo a Torino

Renzo Ferrarini: "Equoree affinità" a Venezia, Centro d’Arte San Vidal

Una donna morta almeno dallo scorso febbraio. Accanto a lei il figlio di 49 anni, scomparso da giovedì scorso.

E’ giallo a Poirino, nel Torinese, dove questa sera i carabinieri hanno fatto la macabra scoperta di un
cadavere ormai mummificato.

Erano sulle tracce dell’uomo, di cui questa mattina la compagna aveva denunciato la scomparsa, e con lui in evidente stato confusionale hanno trovato anche il cadavere della donna, 74 anni. Accanto la carcassa di un cane.

Il figlio, sconvolto, le mani sul volto, tremava, nascosto dietro un armadio. Portato all’ospedale di Moncalieri, per le cure del caso, non è stato in grado di dare alcuna spiegazione ai militari dell’Arma, che indagano coordinati dal pm della procura di Asti Donatella Masia, ed è stato ricoverato all’ospedale di Moncalieri.

La sua posizione è al vaglio degli inquirenti, che attendono l’autopsia per stabilire quando la donna – che viveva da sola – è morta. E per quale motivo.

Ad un primo esame il cadavere trovato nell’abitazione di via Ternavasso, nella camera da letto, e ricomposto nella camera mortuaria di Chieri, non presenta evidenti segni di violenza. Al momento, però, non si esclude nessuna ipotesi.

E torna alla mente il caso della mummia di Borgo San Dalmazzo, nel Cuneese, dove in una casa venne ritrovato il cadavere mummificato di una anziana, considerata una sorta di santona, che la famiglia aveva continuata a tenere in casa anche se era ormai morta da anni.

Intanto, nelle prossime ore gli investigatori cercheranno di capire se il figlio fosse a conoscenza della morte dell’anziana madre e perché era scomparso.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor