COMMENTA QUESTO FATTO
 

Borseggiatrici all'opera a Venezia fermate dalla Polizia

Nella giornata di ieri la Squadra Mobile di Venezia, nell’ambito degli specifici servizi predisposti dal Questore di Venezia per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio in occasione del “Carnevale di Venezia 2016”, ha notato 3 giovani donne che si muovevano con fare sospetto, lungo Strada Nova.

Ritenendo che le stesse potessero rendersi responsabili di borseggi, venivano seguite sino all’imbarcadero “Rialto Mercato”e bloccate prima di confondersi tra i turisti, come è loro solito fare.

Le 3 ragazze risultavano essere:

F. C, nata in Croazia nel 1986 ;
C. F. cittadina croata nata in Francia nel 1984;
K.L. nata in Croazia nel 2003, sedicente;

Da un controllo alla banca dati interforze SDI, le prime due risultavano destinatarie di un provvedimento di divieto di ritorno nel Comune di Venezia per la durata di anni 3, notificato nel 2014.

In relazione agli esiti della interrogazione dei loro nominativi nelle banche dati delle Forze di Polizia, si accertava che le 3 donne erano, verosimilmente, dedite in maniera abituale all’attività di borseggio, attese le numerose segnalazioni a loro carico proprio per tale tipo di reato.

Pertanto venivano condotte in Ufficio per gli accertamenti di rito ed è stata avvisata l’Autorità giudiziaria, anche del Tribunale per i Minorenni, del loro accompagnamento in Questura.

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

La F.C e la C.F sono state denunciate in stato di libertà in quanto inosservanti al provvedimento di divieto di ritorno nel Comune di Venezia.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here