2.8 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Bodybuilding e anabolizzanti: atleta di Montebelluna ha il seno da donna. Arrivano i Nas

Homebody buildingBodybuilding e anabolizzanti: atleta di Montebelluna ha il seno da donna. Arrivano i Nas
la notizia dopo la pubblicità

Bodybuilding e anabolizzanti: due mondi che spesso si ritrovano con i confini sfumati.
Oggi però il caso è eclatante: bodybuilder che ha fatto uso di doping si ritrova con il seno da donna.
Si attivano i Nas e si scoperchia una pentola che contiene un mondo di ricette false per prodotti dopanti poi rivenduti a prezzi gonfiati.

E gli esiti delle indagini cominciano ad arrivare, nei guai finiscono un personal trainer e sua madre.
Agli atti danni materiali prodotti dall’assunzione dei farmaci che consistono in almeno tre gravi menomazioni fisiche.
Tra di essi risulta la crescita anomala di un seno femminile in un soggetto maschio.
L’uomo, un bodybuilder di 39 anni veneto, è stato costretto ad intervento chirurgico per riduzione del seno affinché fosse riportato ad una forma più ‘maschile’.

Come riporta il Corriere del Veneto in edicola oggi, è stato ricostruito il circuito illecito che ovviamente portava risultati in termini di profitto.
Ricette mediche fasulle, prodotte grazie ad una tipografia compiacente, erano usate in alcune farmacie della Marca per farmaci dall’effetto dopante che venivano rivenduti con rincari fino a venti volte in tutta Italia.

Indagati sono un personal trainer siciliano di 35 anni, P.M., attivo nel trevigiano, sua madre, bidella di sessant’anni, A.M.T., i quali gestivano un giro di affari stimato in almeno centomila euro.

L’indagine è in mano ai Carabinieri del Nas di Treviso.

Tutti i dettagli sul quotidiano in edicola.

continua a leggere dopo la pubblicità

» leggi anche: Doping nel body building e nel fitness: carabinieri anche a Pordenone

» leggi anche: Alberto Clementi, campione di body building, trovato morto in casa

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 15 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente hai già letto nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del...

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Padova: “Prego biglietti”. Stranieri minori fanno il finimondo: scaraventate a terra due verificatrici

Padova, lunedì poco prima delle sei del pomeriggio autobus di linea in via Venezia. Alla fermata sul "10" salgono i controllori, uomini e donne. Ormai da tempo fare il verificatore nei mezzi pubblici è mestiere "a rischio" quindi i dipendenti di Busitalia...