mercoledì 19 Gennaio 2022
4.3 C
Venezia

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

HomePiazza San MarcoBanchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell’assessore Costalonga.
Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al 1994.
L’obiettivo è fissare nuove dimensioni standard, più grandi e comode, per i banchi di souvenir, stabilire un elenco merceologico di articoli ammessi e vietati alla vendita, nuove modalità espositive dei prodotti, ma anche nuove regole di abbigliamento per i venditori.
A questo scopo stamani l’assessore comunale alle Attività produttive Sebastiano Costalonga ha effettuato un sopralluogo in piazza San Marco.
L’assessore ha illustrato le novità che riguardano i banchi di souvenir: “Le giunte precedenti avevano stabilito una misura standard dei banchetti di 1×1 m. Una dimensione dell’espositore che non consentiva ai venditori di operare agevolmente, inducendoli a violare le norme. Abbiamo perciò deciso di modificare la dimensione, portandola a 2×1.50 m. La nuova grandezza, più realistica, consente di esporre la merce in modo decoroso, senza rischiare multe. Misure uniformi che saranno applicate a tutti i 35 venditori e che riguarderanno anche i prodotti che si possono vendere e in quale modo esporli: no ai souvenir che non rispettano il decoro della piazza”.

 

 

La riforma allo studio introduce anche un codice di abbigliamento per i commercianti: “Non vogliamo più persone in ciabatte, canottiera, bermuda. Vieteremo questo tipo di vestiario nel nuovo regolamento che sarà votato in Giunta, poi passerà all’esame delle commissioni e infine arriverà in Consiglio comunale. Non intendiamo istituire una divisa per i venditori. Vogliamo solo un abbigliamento decoroso, all’altezza della piazza più bella d’Italia” spiega Costalonga.

 

 

La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna sta collaborando con il Comune alla revisione delle regole volte al ripristino del decoro urbano.
“Vogliamo stringere un patto tra operatori commerciali, Amministrazione e Soprintendenza. Diamo dignità agli operatori, consentiamo loro di poter lavorare in tranquillità e nel rispetto del decoro urbano. Una giornata che segna un passo importante: accogliamo le richieste che provenivano dai commercianti da lungo tempo, almeno 20 anni. Interveniamo dando loro fiducia. Abbiamo un patto con le associazioni di categoria affinché le nuove norme siano rispettate. In caso contrario useremo il pugno duro: non è giusto che per colpa di pochi trasgressori vengano colpiti tutti” ha concluso Costalonga.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

4 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Che vergogna. Le bancarelle dovrebbero essere eliminate, dalla Piazza e dalla riva e da tutti i posti in giro per Venezia. Altro che più spazio perché stavano scomodi.

  2. Abbiamo un patto con le associazioni di categoria
    Ma va ? Chi l’avrebbe mai detto !
    Ti ti me da el voto e mi te dago 2mt. X 1,50 , o magari ti rendo ereditaria la licenza.
    Magnare e scarseare…

  3. Mi permetto. Passi di aumentare le dimensioni della bancarella di “souvenir” a patto che si vieti rigorosamente l’ampliamento della zona perimetrale grazie alle eterne furbizie sulle quali i controlli evidentemente chiudono sempre un occhio. Mi riferisco alle aste quasi sempre aggiunte nella parte alta per l’esposizione volante della mercanzia che si può appendere e l’appoggio a terra di ceste, cestoni, cassette, scatole e pile di cappelli. Tutto ciò aumenta sensibilmente il plateatico effettivamente pagato dal commerciante, cosa che non trovo corretta e accettabile. E questo accade in tutta la città. O sbaglio?

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

Il Mose funziona ma a Venezia si perdono ‘barene’

Nella Laguna di Venezia l'apporto di sedimenti, che permette alle barene (terre semi emerse con sedimenti spugnosi) di tenere il passo con l'innalzamento del livello del mare, avviene prevalentemente durante eventi dell'acqua alta. Se da un lato l'utilizzo del sistema Mose...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...