7.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Ballo Ballo, il musical delle canzoni di raffaella Carrà

HomeSpettacoloBallo Ballo, il musical delle canzoni di raffaella Carrà
la notizia dopo la pubblicità

Presentare un musical in occasione della più importante Mostra Internazionale del Cinema in Italia, quella
di Venezia, non è casuale.
Sulla scia di un successo planetario come Mamma Mia!, Valeria Arzenton porta sulle scene il Musical Ballo Ballo – Explota Explota.
Il progetto nasce con l’obiettivo di declinare in un musical di grande respiro il prodotto cinematografico.

Ballo Ballo – Explota Explota, è diretto da Nacho Álvarez e distribuito nel 2020.
Imprescindibile nell’ideazione è stata la collaborazione di diversi soggetti provenienti da Spagna, Uruguay, Olanda ed Italia.
Il Musical, destinato ad una platea globale, vede coinvolte realtà professionali eterogenee, attinenti al campo del
cinema, del teatro, della musica e dello spettacolo.
Protagonista è Raffaella Carrà, icona indiscussa della tradizione popolare e televisiva italiana, scomparsa
inaspettatamente lo scorso Luglio.

La Mostra Internazionale del Cinema di Venezia risponde perfettamente al desiderio di individuare una
cornice adatta a raccontare la declinazione di un prodotto cinematografico in una diversa forma artistica.
Ambientato negli anni 70, il musical abbraccia la storia di un tempo attraverso l’idea contemporanea di
femminilità, emancipazione e riscatto sociale. Ambizioso e destinato al mondo intero, si struttura attraverso
il passaggio di testimone di riconosciute professionalità femminili: Raffaella Carrà, l’ispiratrice, Mariela
Besuievsky la produttrice cinematografica spagnola di Tornasol (con Carlotta Calori di Indigo Film), Valeria
Arzenton l’imprenditrice e produttrice di spettacoli.
Filo conduttore è anche il timing di formalizzazione
dell’accordo tra le due produttrici, sottoscritto pochi giorni prima della tragica ed inaspettata scomparsa
della Carrà.

Il film è un musical vero e proprio, una storia d’amore leggera e coinvolgente, al ritmo delle canzoni che tutti
conosciamo.
Un racconto fedele della conquista culturale e sociale delle Donne, ottenuta anche grazie alla
determinazione di chi, controcorrente, ha sfidato un ingessato bigottismo diffuso.
Quasi due ore di ritmo incalzante, in un flusso costante di canzoni e colori brillanti che contrastano il grigiore della censura degli anni ’70. “Lo guardi e ti senti felice – ha dichiarato Valeria Arzenton – Il musical a teatro dovrà essere proprio la stessa cosa: creare felicità e portare il sorriso. Il miglior antidoto sociale dopo anni di distanziamento e di palcoscenici chiusi.”

sponsor

 

Un’opera che nasce quindi sotto i migliori auspici e che rappresenta oggi più che mai una responsabilità
anche in ordine artistico per riuscire a trasferire su un palcoscenico tutte le emozioni, il sorriso, la bellezza e
la spensieratezza delle opere di Raffaella Carrà.

Restrizioni pandemiche permettendo, si pensa ad un debutto a fine 2022 in simultanea in più Paesi, a partire
dall’Italia, che ha dato i natali a questa straordinaria artista, per poi proseguire in Spagna, seconda patria di
Raffaella Carrà e sempre vicina alla sua carriera.

La produzione prenderà forma dai prossimi mesi.

Il calendario teatrale verrà invece annunciato entro fine anno, con un’anteprima di prevendita per tutti gli
Stati sul canale di vendita Ticketmaster.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....