7.5 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Automobilista investe gruppo di ciclisti: positivo alla droga

HomeCronacaAutomobilista investe gruppo di ciclisti: positivo alla droga
la notizia dopo la pubblicità

Automobilista investe gruppo di ciclisti, pirata positivo alla droga

Ciclisti investiti in gruppo, un altro caso: un automobilista ha investito e ferito una comitiva di 15 cicloamatori ieri pomeriggio nel Lodigiano ed è poi fuggito.
Oggi l’automobilista è stato identificato: il pirata della strada ha 29 anni, è di Codogno (Lodi), ed è uno studente in materie sanitarie. Dopo le analisi tossicologiche è risultato positivo al test degli stupefacenti. Per lui è quindi scattato, immediatamente, il fermo di pg.

L’uomo che ha investito i ciclisti vedrà contestargli le accuse solo nella giornata di domani, quando si saprà l’esito dell’operazione che dovrà subire un 40enne che, nell’impatto, ha riportato lesioni gravi alla spina dorsale.

I carabinieri, ben conoscendo la loro zona, ci hanno messo poco a pensare che l’investitore potesse essere il giovane. Così sono andati a casa della famiglia con la quale tuttora vive senza però trovarlo. Lui, infatti, dopo l’episodio, non aveva fatto ritorno nell’abitazione e stamattina i carabinieri hanno invitato i genitori a formalizzare la scomparsa del figlio. Ma proprio quando padre e madre erano in caserma è arrivata la telefonata dei carabinieri di Castel San Giovanni che lo avevano rintracciato.

L’uomo – hanno riferito – vagava disorientato, tanto da attirare l’attenzione dei residenti, che hanno chiamato il 112 per segnalarlo. Non sono stati ancora trovati nè l’auto con la quale ha investito i ciclisti nè il suo cellulare, che lui dice di aver lasciato in un campo. I militari sono andati a cercarlo nel punto da lui indicato, ma senza trovare niente. Intanto, per il pirata della strada, questa sera, è previsto il trasferimento nel carcere di Piacenza.

A parte il 40enne ricoverato in gravi condizioni, gli altri feriti hanno subito lesioni non gravi, con un massimo di 15 giorni di prognosi. Riprenderanno domani mattina le ricerche per provare a ritrovare sia la vettura sia il telefonino, allargando il raggio d’azione anche alle province limitrofe: in particolare verso Pavese e Lodigiano.

Non è nemmeno escluso dagli inquirenti, allo stato attuale, che il giovane possa essere stato derubato di entrambi, magari in un appuntamento che aveva preso appena dopo l’impatto per acquistare stupefacenti.

Giorgia Pradolin | 31/07/2016 | (Photo d’archive) | [cod incicli]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...