venerdì 28 Gennaio 2022
3.9 C
Venezia

Aumenti Tari: nessun aumento in bolletta a Mira

HomerifiutiAumenti Tari: nessun aumento in bolletta a Mira

“Nonostante l’aumento del costo dei rifiuti non ci sarà alcun aumento in bolletta per i cittadini di Mira riguardo alla TARI” lo conferma Maurizio Barberini, Assessore all’Ambiente, il quale spiega come l’amministrazione sia riuscita a non far gravare sui cittadini l’aumento dei costi che si è registrato in questo ultimo anno: “Riusciamo ad evitare l’aumento della Tari grazie ai fondi ricevuti dal Governo e al maggior fatturato degli anni precedenti”.

Nel 2020 rispetto a 2017/2018 e 2019 si è registrato un importante aumento dei costi di gestione di VERITAS, costi che in passato non venivano calcolati.
Impattano inoltre la riduzione degli anni per gli ammortamenti sugli investimenti fatti per il “Porta a Porta” e il forte aumento dei costi per lo smaltimento del rifiuto indifferenziato che fino al 2018 costava 141 euro a tonnellata: oggi il costo è salito a 185 euro tonnellata.

“Nel nostro territorio – spiega Barberini – in tempo di covid non abbiamo assistito al contenimento della produzione di rifiuti, fattore che ha invece caratterizzato le città turistiche svuotate dei turisti. Anzi, nel nostro territorio le tonnellate di rifiuti sono state costanti e addirittura in alcuni mesi dell’anno sono anche aumentate”. Ad essere aumentati anche i casi di abbandono, nonostante le tante iniziative messe in atto: “Da anni – aggiunge Barberini -il Comune si è dotato di strumenti per contrastare l’abbandono dei rifiuti: abbiamo inasprito le sanzioni e attivato le telecamere di videosorveglianza. Molto determinante è la collaborazione attiva dei cittadini e delle tante associazioni di volontariato del territorio nel segnalare gli abbandoni, le quali presidiano le aree verdi e si impegnano periodicamente a ripulirle”.

Con l’introduzione del sistema Porta a Porta l’amministrazione ha avuto anche l’occasione di riscontrare delle incongruenze tra le utenze registrate e le banche dati, evidenziando così la presenza di un non indifferente numero di posizioni irregolari. A coloro che vengono identificati in situazione irregolare viene richiesta la regolarizzazione immediata e il pagamento degli arretrati degli ultimi cinque anni. In caso di mancato pagamento la pratica viene passata all’agenzia delle entrate. Mentre per coloro che vengono identificati come autori dell’abbandono di rifiuti su suolo pubblico a Mira è in vigore la sanzione di 500€ + ulteriori 100€ per il ripristino del suolo pubblico.

“Nonostante tutto comunque – conclude Barberini – i cittadini miresi hanno dimostrato di essere virtuosi e attenti nella raccolta differenziata che raggiunge quota 85%. Contiamo molto sulla sensibilità dei cittadini nel perseverare nell’impegno che rappresenta una sfida importante per l’ambiente e per le future generazioni”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

Tuffi a Venezia: turista in topless nuota davanti alla Partigiana

Fuori programma a Venezia venerdì 21 gennaio. Una giovane turista dalla giunonica bellezza si è spogliata, si è messa in topless, e poi si è bagnata sulle acque della laguna tuffandosi dal monumento della Partigiana, ai Giardini-Biennale. C'è da dire che era...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

“So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Lettere

In risposta alla letterea: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. So venexian de aqua... nato nei anni cinquanta... abito in campagna a Mestre... sì, Mestre per i venexiani... se campagna... anca Mian e...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.