5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
10.9 C
Venezia
giovedì 22 Aprile 2021
HomeAter VeneziaAter Venezia aumenta a canoni di mercato, ma per un danno passano mesi. Lettere

Ater Venezia aumenta a canoni di mercato, ma per un danno passano mesi. Lettere

L’inusuale tempismo di Ater.
Inviare una lettera a un migliaio di persone è sicuramente più veloce che inviare un elettricista a verificare un guasto. Sta di fatto che è proverbiale la lentezza di Ater quando si tratta di intervenire per un guasto o un’infiltrazione. Possono passare mesi e, non di rado, anni prima che si avvii un intervento per sanare un’infiltrazione, senza parlare di operazioni più complesse di restauro.
In un momento in cui la situazione è difficilissima, dal punto di vista psicologico ed economico, chi deve occuparsi del patrimonio pubblico mette in crisi ulteriore i residenti

minacciando e assegnando canoni di mercato, in alcuni casi oggettivamente non esigibili, per non aver presentato in tempo il modello ISEE.
È in questo modo, purtroppo, che si creano le premesse per morosità.
Evidentemente ad Ater non è bastata l’annosa vicenda della revisione dei tetti Isee che da 20 mila euro erano poi stati portati a 35 mila, e che aveva generato caos e apprensione in uffici e inquilini.
Qual è il vero obiettivo di Ater?

A volte sembra l’opposto rispetto a quello per cui esiste. Insomma sembra più votata a requisire alloggi piuttosto che ad assegnarli.

Giovanni Andrea Martini
Lista civica “Tutta la Città insieme!”

Data prima pubblicazione della notizia:

2 persone hanno commentato

  1. Giusta osservazione:
    rapidi a sfrattare, lenti a restaurare: ci dovrebbe invece essere una “carta dei servizi”, promossa magari dalle Regione, con tempi per le riparazioni e penali da pagare in caso di omissioni o ritardi.
    Un pò di reciprocità tra locatore e locatario sarebbe più che auspicabile, dopo anni di ingiustizie per attese eterne di lavori di manutenzione…
    Mi chiedo inoltre se le Ater e ci Comuni, a cominciare dal principale in emergenza abitativa quale quello di Venezia (signor Sindaco Brugnaro, che intende fare?) faranno richiesta per il super bonus per le ristrutturazioni, dato che da decenni si lamenta che non ci sono soldi per i restauri e per questo molte case non sarebbero assegnate…
    Quanto ai prezzi di mercato del lettore Minosse, io dico che: a Venezia non esistono perché praticamente non si affitta ai residenti…
    Quanto ai privilegi, forse dovrebbe vedere qualche appartamento con muffe ed infiltrazioni, che nel libero mercato, pur con affitti diversi, difficilmente esistono.
    Sarebbe invece interessante capire quanti alloggi a Venezia sono stati locati senza regolare certificato di abitabilità/agibilità…!
    A me pare che molti alloggi non lo abbiano proprio, e (altro che privilegi…) abbiano locali inadeguati piccoli, privi di finestre, o con metrature inadeguate (seppur con le deroghe presenti per Venezia).
    Quindi i valori O.M.I. del libero mercato (cui si riferisce la nuova Legge Regionale 39/72017 per il calcolo degli affitti) per appartamenti… non agibili, non esistono. Perciò detti alloggi secondo me non dovevano nemmeno essere assegnati, e comunque non potrebbero avere gli affitti attuali perché non esistono, appunto, valori O.M.I. per detta tipologia…
    Qualche sindacato inquilini, o qualche inquilino di case del Comune o Ater vuol chiedere rispettivamente ad Insula e all’Ater di competenza il certificato di agibilità, in base al quale poi si sarebbe dovuto classificare l’alloggio, in base all’anno di costruzione, alle condizioni e la vetustà, ed applicare quindi il canone di affitto?
    Sarei curioso di vedere i risultati, anche di un ev. ricorso collettivo…
    Prof. Fabio Mozzatto
    Venezia.

    Qualcuno vuol aprire il calderone?

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor