Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
11.1C
Venezia
domenica 28 Febbraio 2021

SEGNALAZIONI

HomeRovigoAssenteismo dipendenti regionali: 8 condanne e 28 assoluzioni

Assenteismo dipendenti regionali: 8 condanne e 28 assoluzioni

Pene leggere anche in quanto fatti commessi ante decreto Madia del 2016, inoltre l'iter giudiziario si sta avviando a prescrizione. Gli imputati hanno inoltre dimostrato di essere loro "in credito" nei confronti dell'amministrazione

Anche medici tra gli assenteisti: timbravano e andavano a giocare alle macchinette

E’ giunto a termine il processo che ha coinvolto trentasei lavoratori degli uffici regionali di Rovigo accusati di assenteismo, dopo un’indagine che in una prima fase aveva interessato oltre cento dipendenti istituzionali.

Si è concluso con otto condanne definite in cinque mesi ciascuna, corrispettive alla sanzione che riconosce agli imputati la truffa aggravata ad ente pubblico. La pena inflitta per la condotta lavorativa contestata, riguarda l’essersi assentati durante l’orario di lavoro, e la sentenza è già nella via della prescrizione prevista per fine anno.

Silvia Varotto, la giudice che ha curato il dibattimento in aula ha constatato la veridicità delle prove e dei fatti attribuiti ai dipendenti regionali, pur rilevando che in realtà consisterebbe in dodici ore il danno provocato all’ente, corrispettivo a 200 euro.
Assolti gli altri 28 imputati verso i quali non si è riconosciuto reato.

La sentenza ha diluito le pene più severe richieste dalla Pubblico Ministero Sabrina Duò, che si orientavano tra i 12 e 18 mesi.

Non è stata attuata alcuna sospensione cautelare nei confronti degli 8 dipendenti, in virtù e in ragione del decreto Madia del 2016 che stabilisce “la sospensione dal lavoro non è applicabile per la truffa nella rilevazione delle presenze, in quanto si applica ai fatti avvenuti dopo l’entrata in vigore della legge stessa”, quindi niente retroattività della norma.

I dipendenti torneranno quindi al loro posto di lavoro ed è probabile che impugnando la sentenza, potranno usufruire dell’imminente prescrizione.

Si chiude così un processo che ha affrontato un comportamento odioso da parte di un numero significativo di dipendenti dell’Urp, del Genio civile, e dell’Ispettorato dell’Agricoltura rodigini, segnalati in un prima istanza in un esposto di un lavoratore della Regione.

Chi timbrava il cartellino e poi usciva per tornare dopo diverse ore, chi andava a fare la spesa, comportamenti illeciti che hanno indignato i dipendenti che ogni giorno svolgono attentamente e puntualmente il loro lavoro.

Questo processo ha messo in luce fatti controversi che hanno segnato la storia travagliata di sei anni di indagini. Singolare e in grado di rovesciare le logiche che avevano determinato il dibattimento, la testimonianza del consulente del diritto del lavoro Livio Squarzoni, nominato dalla giudice Silvia Varotto, che si è spinto a dichiarare che il 70% degli imputati sono in credito verso la Regione dei pagamenti delle ore lavorate che non state conteggiate nella busta paga. Sono “loro” quindi, secondo l’esperto ad aver lavorato più del dovuto e a non essere stati retribuiti.

Dichiarazioni e sentenze a tela di ragno, dove si intersecano diritti e doveri, violazioni e interrogativi che si agitano intorno alla piaga dell’assenteismo e ai comportamenti di quei lavoratori che intorno all’uso e all’abuso del cartellino hanno scritto una brutta pagina che si legge non senza difficoltà di comprensione.

Andreina Corso

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Mose: perito per le cerniere da le dimissioni. “Nel 2019 abbiamo rischiato”

Clamoroso al Mose. La notizia esplode questa mattina in edicola con la Nuova Venezia. L'articolo racconta nel dettaglio una durissima lettera d'accusa inviata al Provveditore...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.