3.1 C
Venezia
sabato 04 Dicembre 2021

Armelao: “I soldi delle multe vadano agli ospedali”. La proposta della Fsp Polizia di Stato del Veneto

HomeMulte e sanzioniArmelao: "I soldi delle multe vadano agli ospedali". La proposta della Fsp Polizia di Stato del Veneto
la notizia dopo la pubblicità

Fidanzati in ospedale per una visita, rubano fiale di adrenalina. Stavano pianificando delitto perfetto?
Armelao: “I soldi delle multe vadano agli ospedali”. Questa la proposta della Fsp Polizia di Stato del Veneto in questo momento difficile per l’emergenza coronavirus.

Una sorta di compensazione, se così si può definire: la penitenza per chi sbaglia sia utile per fare del bene, per salvare delle vite.

“Destinare interamente i proventi delle sanzioni di chi viola le misure per arginare il contagio da coronavirus al sistema sanitario nazionale e alle regioni al fine di potenziare le terapie intensive e tutte le strutture ospedaliere impegnate in prima linea a curare i cittadini contagiati da Covid-19”.

È la proposta di Mauro Armelao, segretario generale regionale Fsp Polizia di Stato del Veneto dopo la decisione del governo di applicare una sanzione amministrativa che andrà dai 400 ai 3.000 euro.

“Il decreto sarà retroattivo quindi tutte le sanzioni – spiega Armelao – articolo 650 codice penale, fatte durante questi giorni dagli organi di polizia saranno convertite in sanzioni amministrative nella misura minima ridotta della metà”.

L’auspicio è che “questo appello venga preso in seria considerazione sperando che anche i politici portino avanti questa proposta nelle sedi opportune”.

“Lo Stato – aggiunge il segretario generale – darebbe un bel segnale di vicinanza ai cittadini colpiti dal virus e andrebbe ad aiutare le strutture ospedaliere: oltre che impegnare una parte per acquistare mascherine chirurgiche, gel igienizzanti, importante sarebbe appunto potenziare le strumentazioni per le terapie intensive”, spiega.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Ottima idea, giustissimo.
    Chi contribuisce per incoscienza all’espansione dell’epidemia ne paghi i costi!
    Prof. Fabio Mozzatto.
    Venezia

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...