lunedì 17 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Anziana in stato confusionale voleva buttarsi in acqua di notte alle Fondamente Nove

HomeVenezia cittàAnziana in stato confusionale voleva buttarsi in acqua di notte alle Fondamente Nove

Delicato intervento della Polizia di Stato alle tre di notte tra domenica e lunedì.
Il soccorso ha riguardato una anziana signora che sembrava volersi buttare in acqua alle Fondamenta Nove.
La donna, 86 anni, era in evidente stato confusionale.
Gli operatori delle volanti lagunari hanno cercato di parlare con la signora per stabilire un canale di comunicazione.
L’anziana ha finalmente riferito di aver avuto intenzione di raggiungere Piazzale Roma per poi fare rientro a casa a Mira.
In realtà, invece, la donna vive oggi a Cannaregio con l’assistenza di un badante.
Dopo molti tentativi, i poliziotti sono riusciti

a convincere la signora, molto infreddolita, a seguirli in pronto soccorso.
In ospedale le hanno procurato una bevanda calda in attesa dei controlli medici.
Il personale medico ha poi avvisato i servizi sociali.
L’intervento rimane significativo per l’attività di soccorso pubblico e di prossimità sociale, che la Polizia di Stato svolge nei confronti della cittadinanza oltre al compito di sicurezza.
La questione è ancora più delicata in questo momento di emergenza epidemiologica: infatti, proprio le situazioni di maggior esposizione a rischio delle fasce più “deboli” comportano l’esigenza di una più marcata incisività della cosiddetta “polizia di prossimità”, fortemente valorizzata dal Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza come uno dei pilastri fondamentali dell’attività delle forze di Polizia.

(Rip.)
Il soccorso ha riguardato una anziana signora che sembrava volersi buttare in acqua a Fondamenta Nove.
La donna, 86 anni, era in evidente stato confusionale.
Gli operatori delle volanti lagunari hanno cercato di parlare con la signora per stabilire u canale di comunicazione.
L’anziana ha finalmente riferito di aver avuto intenzione di raggiungere Piazzale Roma per poi fare rientro a casa a Mira.
In realtà, invece, la donna vive oggi a Cannaregio con l’assistenza di un badante.
Dopo molti tentativi, i poliziotti sono riusciti

a convincere la signora, molto infreddolita, a seguirli in pronto soccorso.
In ospedale le hanno procurato una bevanda calda in attesa dei controlli medici.
Il personale medico ha poi avvisato i servizi sociali.
L’intervento rimane significativo per l’attività di soccorso pubblico e di prossimità sociale, che la Polizia di Stato svolge nei confronti della cittadinanza oltre al compito di sicurezza.
La questione è ancora più delicata in questo momento di emergenza epidemiologica: infatti, proprio le situazioni di maggior esposizione a rischio delle fasce più “deboli” comportano l’esigenza di una più marcata incisività della cosiddetta “polizia di prossimità”, fortemente valorizzata dal Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza come uno dei pilastri fondamentali dell’attività delle forze di Polizia.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Salvi abitanti delle isole: possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base

"Salvi", si fa per dire, gli abitanti delle isole: è possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base fino al 10 febbraio. E' tutt'ora considerata un'eccezione, quindi il nuovo documento parla dei soli motivi di salute e di studio, ma è sicuramente...

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."