Al via le domande per il bonus pubblicità: c’è tempo fino al 22 ottobre

La pubblicità conta sempre tantissimo, e questo è un discorso che si può applicare a qualsiasi business e a qualsiasi settore. Senza una corretta fase o strategia di promozione, è molto complicato farsi individuare dai propri potenziali clienti.
Non a caso si tratta, spesso, di uno degli ostacoli più grandi per le PMI italiane, anche per via dei costi, che possono farsi molto elevati e superare i budget di partenza. Oggi, però, si possono sfruttare i fondi stanziati dal bonus imprese.
Di conseguenza in questo articolo andremo a studiare nel dettaglio questo argomento, il tutto perché le domande potranno essere presentate a partire dal prossimo 22 settembre ed entro il 22 ottobre.

In cosa consiste il bonus pubblicità?

Le imprese che hanno intenzione di investire in marketing anche quest’anno, potranno approfittare del bonus pubblicità varato dal Governo. Si tratta di una vera e propria agevolazione fiscale, in forma di crediti di imposta, che raggiungerà una percentuale del 75% di quanto speso in promozione. Nel caso di micro-aziende e di start up, la suddetta percentuale potrà arrivare addirittura fino al 90%.
Sono stati messi a disposizione più di 60 milioni di euro per coprire le richieste che arriveranno da tutta Italia. Naturalmente esistono dei precisi requisiti da rispettare per potervi accedere. Nello specifico, le aziende dovranno investire una cifra superiore del +1% rispetto agli investimenti in pubblicità del precedente anno, ecco perché si parla di “valore incrementale”.
Per quanto concerne i campi di investimento che possono essere inclusi nella richiesta di agevolazioni si trovano “old media” come la TV e la radio, ma sono previsti anche metodi promozionali online e il marketing cartaceo.

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

Dove conviene investire in pubblicità?

Il bonus pubblicità permetterà alle imprese di sfruttare ottime agevolazioni fiscali per le prossime strategie di promozione. Detto ciò, superate le barriere economiche, occorre chiedersi in quale forma di pubblicità sia conveniente investire. Si parte dal tema della promozione online e digitale, e in tal caso il consiglio è di investire nei video: ovvero nella forma ad oggi più efficace e in crescita di marketing, in quanto capace di stimolare molto l’utente.
Qui va anche ricordata l’importanza di un approccio integrato, che possa unire la pubblicità online a quella offline. Il suddetto approccio è necessario, perché permette di raggiungere target diversi e in contesti diversi, in modo da allargare il bacino della propria utenza, differenziando i canali di marketing. A tal proposito, è bene non sottostimare il potenziale della pubblicità cartacea, che dimostra, ancora oggi, di avere un enorme potenziale. Si parla di uno strumento di marketing performante ma anche low cost, oggi infatti rivolgendosi ad una tipografia digitale, come Doctaprint, si può ricorrere alla stampa di volantini o altri materiali online.
Per quanto concerne i canali tradizionali, la TV e la radio rappresentano degli sbocchi ugualmente interessanti. Non sono certo economici, ma grazie al bonus appena visto è possibile ammortizzare molto le spese.

Ecco allora che è bene ricordare che per fare domanda c’è tempo fino al 22 ottobre. Per via dei grandi vantaggi, in termini di fiscalità e di business, questa è una occasione che non conviene assolutamente mancare.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here