COMMENTA QUESTO FATTO
 

L'assassino di Gianpaolo Granzo doveva fare 18 anni. Oggi è già fuori

I fatti avvenuti risalgono al 2009. Sebastiano Sartori era stato aggredito per strada da tre giovani, successivamente identificati, che lo picchiarono con calci e pugni gridandogli “Bastardo fascista…”, provocandogli contusioni al torace e una frattura al gomito che furono refertati con una prognosi di oltre 40 giorni per la guarigione.

Sartori ottenne soddisfazione in Tribunale in primo grado, vedendo condannati per l’aggressione S.Marco, L.V.Jorge Luis e C.Francesco per lesioni aggravate e ingiurie, i quali, però, attraverso gli avvocati difensori, ricorsero in Appello.

Oggi la sentenza definitiva con la condanna definitiva (pena sospesa e attenuanti generiche riconosciute per la giovane età e la mancanza di precedenti specifici) dei tre aggressori con una pena di otto mesi di reclusione ciascuno, oltre alla rifusione delle spese legali.

Sebastiano Sartori è personaggio politico, oltre che professore scolastico, noto per un passato di appartenenza a Forza Nuova.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here